Video

2

Matematica, il Galileo Galilei conquista l'Italia VIDEO

Matematica, il Galileo Galilei conquista l'Italia VIDEO

di Redazione

CATANIA – Olimpiadi nazionali di matematica, il Liceo scientifico Galileo Galilei di Catania è primo in Italia. Un successo legato al corpo docente, guidato dalla dirigente Gabriella Chisari e all'alunno Valerio Stancanelli, che ha conquistato la medaglia d'oro, rappresentando l'unica scuola del Centro Sud a Cesenatico. Ma non basta, il liceo Galileo Galilei è risultato primo classificato nel team cup, primo nell'Etniade di matematica, ma soprattutto ha ricevuto la coppa junior Kangourou Italia, prestigiosa gara internazionale di matematica. Il sindaco Salvo Pogliese si è complimentato con la dirigente del liceo scientifico Galileo Galilei di Catania Gabriella Chisari, per il successo alle Olimpiadi nazionali di matematica conseguito dall’istituto scolastico catanese .”E’ stata scritta una pagina significativa per la nostra città. Al di là del primo posto nazionale dello studente, Valerio Stancanelli, che ha conquistato la medaglia d'oro – ha detto il primo cittadino- si è trattato di un valoroso riconoscimento per l’intero Liceo che punta all’eccellenza in ogni campo della formazione, come dimostrano anche i rilevanti risultati conseguiti nelle altre competizioni studentesche. Un orgoglio per tutta la città - ha concluso il sindaco- sapere che a Catania crescono e si formano studenti così preparati, sia al Galilei che in altre scuole, capaci di farsi valere in ambito nazionale e in grado di proporsi come la futura classe dirigente dell’Italia”. Per congratularsi personalmente degli importanti traguardi raggiunti, il sindaco Pogliese si recherà martedì alle ore 8,30 nel liceo Galileo Galilei per incontrare gli studenti e il corpo docente

Mascalucia, studenti "sentinelle di legalità" VIDEO
Mascalucia, studenti "sentinelle di legalità" VIDEO
MASCALUCIA (CT) - Due scuole e un progetto di legalità portato avanti grazie all’impegno di professori, esponenti delle istituzioni e componenti della Fondazione Antonino Caponnetto, intitolata al giudice che guidò il pool antimafia prendendo il posto di Rocco Chinnici, ucciso da Cosa nostra.
A Mascalucia l’istituto Leonardo Da Vinci, diretto dalla preside Lucia Roccaro e la scuola Federico secondo di Svevia, diretta da Giuseppina Consoli, hanno trasformato gli studenti in “sentinelle di legalità”, un progetto curato dalla professoresse Amalia Bruno, Daniela Falcone, Rosalia Seminara e Giovanna Torrisi. Referente del progetto la professoressa Franzone.
Quaranta studenti, seguendo le direttive della Fondazione Caponnetto, hanno cercato qualcosa, a Mascalucia, che necessitasse di un intervento. I ragazzi dell’Istituto Da Vinci hanno scelto il parco Trinità Manenti, che si trova a pochi passi dal centro cittadino.
Mappe di google alla mano, gli alunni sono andati nel parco e hanno scattato foto e video, filmando tutto ciò che versava in stato di degrado.
Il risultato di questo lavoro di osservazione è stato il progetto “Salviamo il parco Trinità Manenti, vorrei leggere un libro seduto sotto un albero”, contenuto in un documento che comprende l’analisi del contesto sociale in cui sorge il parco: a redigerlo sono stati i ragazzi di Prima C e Prima D.
I ragazzi hanno lanciato all’amministrazione guidata dal sindaco Enzo Magra, la proposta di riqualificare le aree a verde abbandonate, realizzando un orto botanico aperto alla collaborazione dei più piccoli.
Lo scopo è quello di creare due percorsi nel parco urbano trasformandolo “in una macchia verde tra il nero e il grigio dei palazzi che lo circondano”.
La Scuola Federico secondo di Svevia, accompagnati dalla professoressa Marchesano, ha puntato sulle piazze di via del Sole, uno dei quartieri nevralgici del paese. Il sindaco Enzo Magra ha assicurato piena collaborazione, incontrando gli studenti nell’aula del consiglio comunale. Guarda il video con le interviste a Sergio Tamborrino e Christian Petrina, della Fondazione Caponnetto e a Enzo Magra, sindaco di Mascalucia.