Live Sicilia

lo stallo dopo le elezioni

Ordine degli avvocati
"Convocare il consiglio"

catania, ordine avvocati, catania ordine avvocati, corte costituzionale ordine avvocati

Oggi raccolta firme in Tribunale.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - “Serve fare chiarezza”, esordisce così l’avvocato Monica Foti, eletta consigliere dell’Ordine di Catania. “Ad oggi non abbiamo ancora una data ufficiale dell’insediamento del Coa. Si parla del 28 giugno, ma resta tutto ufficioso. È necessario che questo consiglio si insedi perché dobbiamo dare certezza all’ordine di Catania”. È per questo che Avvocati Liberi questa mattina, alle 12,30 in Tribunale, ha avviato una raccolta firme per chiedere "l'immediata convocazione del Consiglio". Anche se già nei corridoi del palazzo di giustizia c’è chi giura che è solo questione di ore. La Pec di convocazione arriverà, dicono (ma off the record) entro oggi.

Pochi giorni fa è arrivata una lettera dell’avvocato Ninni Distefano, insieme ad altri cinque candidati eletti, ha scritto nero su bianco che rinuncia al mandato (è stato il più votato). Una missiva arrivata dopo la sentenza della Corte Costituzionale che ha definito legittima la norma sulla ineleggibilità dei candidati che hanno già ricoperto cariche nell'ordine forense per due mandati. “Un atto dovuto”, secondo l’avvocato Foti. “È stato un atto importante, che riconosciamo. Ma certamente non li ringraziamo perché hanno generato confusione. Quindi atto bellissimo, ma anche - ribadisce - atto dovuto”.

Intanto la situazione è ferma ormai da sette mesi. Che conseguenze ha portato questo stallo? “Allora per quello che riguarda il gratuito patrocinio - dice l’avvocato Foti - siamo ammessi, ma tutto il resto? Il problema è che abbiamo un ordine fermo e che non ha certezze”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento