Live Sicilia

anm e libera impresa

Al Tribunale il film "Tulipani"
La mafia in chiave tragicomica

, Cronaca

Il commento del produttore e degli organizzatori della proiezione.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - Proiettato nell’aula adunanze del Palazzo di Giustizia, in piazza Verga, il film del regista premio Oscar Mike Van Diem dal titolo “Tulipani: Amore, Onore e una Bicicletta”. Un film che, in maniera tragicomica, parla di mafia. Un evento promosso dalla Stemo Production che ha visto la partecipazione dell’Associazione Nazionale Magistrati sezione di Catania, dell’Associazione Antiracket Libera Impresa e del Catania Film Fest.

“Una novità assoluta per la nostra associazione all’interno del Palazzo di Giustizia – dichiara Roberto Cordio presidente dell’ANM sezione di Catania – noi svolgiamo diverse attività rivolte agli studenti. Parliamo spesso di criminalità, di estorsione e di criminalità organizzata invitiamo i ragazzi a venire nel Palazzo di Giustizia. Questa iniziativa ci sembra molto interessante e innovativa, da riproporre anche all’interno delle scuole.”

Presente alla proiezione del film Rosario Cunsolo presidente dell’Associazione Antiracket Libera Impresa. “Il film racconta una storia di mafia – dice Cunsolo – un fenomeno tipico del sud Italia, ma esportato in tutto il mondo. Il protagonista arriva dall’Olanda, in bicicletta, per coltivare Tulipani in Puglia e tutto va benissimo. I Tulipani crescono il mercato risponde ottimamente ed ecco che, un giorno, davanti al protagonista si presenta il “capo mafia” con una richiesta di pizzo. Ma il protagonista non capisce subito, arriva dall’Olanda, il significato della parola “pizzo” e si comporta come un bimbo ingenuo. Quando le richieste diventano più pressanti l’Olandese reagisce e in maniera tragicomica mette il capomafia alla berlina, ma non sveliamo il finale che è geniale e molto divertente”.

Il cast del film vede impegnati diversi attori e attrici di primo piano. Oltre a Ksenia Solo e Gijs Naber sono presenti nel cast Giancarlo Giannini, Giorgio Pasotti, Michele Venitucci, Donatella Finocchiaro, Lidia Vitale, Peter Schindelhauer, Anneke Sluiters e Elena Cantarone. Claudio Bucci è il presidente della Stemo Production e anche lui era presente alla proiezione del film al Palazzo di Giustizia.

“Produrre questo film è stato importantissimo e il messaggio che trasmette è molto forte – racconta Bucci – è una coproduzione con altre 3 società straniere, una canadese, una olandese e infine una lituana. Il film ha ricevuto il finanziamento da Eurimage, il più importante fondo del cinema europeo, a testimonianza che anche le istituzioni si sono dimostrate piuttosto sensibili al tema trattato. Certo distribuire il film in Italia è un po’ complicato, ma pian piano porteremo “Tulipani: Love, Honour and a Bicycle” in diverse sale”. Il film sarà proiettato nelle sale catanesi da giorno 20 giugno.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento