Live Sicilia

l'inchiesta Hostage

Mazzei, azzerato gruppo di Lineri
Ostaggi in Albania per la droga

catania, arresti catania, droga pizzo arresti catania, mafia arresti catania

Operazione della Squadra Mobile. Scattati dodici arresti. E tra questi anche un boss dei Santapaola. I NOMI

VOTA
0/5
0 voti

Un momento della conferenza stampa di oggi



CATANIA- "Come è finita, lo hai trovato l'amico?". Esordisce così, al telefono, il boss Orazio Coppola, uno degli indagati coinvolti nel blitz della Squadra Mobile che ha permesso di azzerare il gruppo dei Mazzei di Lineri dedito alle estorsioni. Non solo pizzo tra le specialità dell'organizzazione criminale ma anche droga. Sono dodici gli arresti scattati ieri mattina. E tra questi anche esponenti del clan Santapaola-Ercolano, sempre della squadra della frazione di Misterbianco. I contatti documentati dalle indagini della polizia, sotto il coordinamento del procuratore aggiunto Francesco Puleio e del sostituto Andrea Bonomo, portano al nome di Carmelo Distefano, già arrestato nel blitz Chaos. "Le due organizzazioni criminali operavano in sinergia soprattutto per l'acquisto degli stupefacenti", ha detto il procuratore Carmelo Zuccaro, in conferenza stampa.

Gli indagati sono accusati, a vario titolo, di "associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione e spaccio delle medesime, e più episodi di estorsione, con l’aggravante mafiosa".  Ai vertici dell'organizzazione, uno dei personaggi storici del gruppo di Lineri, Orazio Coppola. E ai suoi ordini Agatino Costantino, Salvatore Licciardello (Turi Chianca per la malavita), Giovanni Ventorino, Salvatore Imbrogiano e Salvatore Quaceci. "Attraverso il pizzo e la droga riuscivano a garantire il controllo del territorio", ha spiegato il dirigente della Squadra Mobile, Marco Basile. "Sono sei le estorsioni che abbiamo documentato",  continua il dirigente. E in alcuni casi, 4 su 6, le vittime contattate dagli investigatori hanno collaborato con la polizia permettendo di blindare le prove già emerse dalle intercettazioni. Non solo i classici pagamenti in denaro per le festività pasquali e natalizie, ma anche forniture di arredi (come mobili e lampadari) per un valore di 20 mila euro. I soldi, come dimostrano le inchieste, servono a pagare i detenuti.

Il gruppo di Lineri (già decapitato dal blitz Enigma) aveva problemi di liquidità, quindi contatta i Santapaola-Ercolano, in particolare Distefano, per poter investire nella fornitura di droga. I problemi insorgono con i trafficanti albanesi, principale canale di approvvigionamento della marijuana, quando non si riesce a saldare il costo di un carico. E così, a 'garanzia' del debito, i Mazzei inviano nei Balcani due soggetti, che in alternanza sono stati posti letteralmente sotto sequestro per quasi due mesi. Gli albanesi tolgono i telefonini ai due catanesi. Per un periodo, infatti, non si hanno notizie e si teme il peggio. Insomma veri e propri ostaggi, da qui il nome dell'operazione Hostage.

Non solo marijuana, ma anche cocaina. I Mazzei di Lineri avrebbero gestito una piazza di spaccio nella frazione misterbianchese, ma anche nel comune nisseno di Niscemi. Distefano, invece, gestiva un piccolo angolo di smercio di droga a San Giovanni Galermo. "Per noi questa operazione è solo un punto di partenza", ha detto il Questore Mario Della Cioppa. "Le indagini ci permettono di fornire una fotografia dettagliata di questo spaccato di territorio. E lì noi abbiamo intenzione di potenziare i presidi, in modo da far sì che repressione e prevenzione diventino un binomio sempre più concreto".

I nomi degli indagati. Orazio Coppola, Pietro Cosentino, Agatino Costantino, Alessio D'Agostino, Carmelo Distefano, Salvatore Imbrogiano, Salvatore Licciardello, Eugenio Mascali, Giuseppe Quaceci, Salvatore Quaceci e Giovanni Ventorino. Per tutti e undici il Gip ha disposto gli arresti in carcere (Distefano e Coppola erano già detenuti, ndr), invece per Antonino Nicolosi (accusato solo di un'estorsione) il giudice ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari.

I VOLTI 

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento