Live Sicilia

Palazzo degli Elefanti

Consiglio comunale, polemica a 5s
Scontro con il presidente

ms, consiglio comunale, Giuseppe Castiglione,

Attività ispettiva poco gradita dal gruppo pentastellato. La replica della presidenza. 

VOTA
0/5
0 voti

Catania - I membri del Gruppo Consiliare del Movimento 5 Stelle di Catania rilevano una “insolita” attività ispettiva da parte del Presidente del Consiglio Comunale, Giuseppe Castiglione che, nella giornata di ieri ha chiesto agli uffici del Gruppo di verificare alcune recenti interrogazioni ed i relativi destinatari. Questa “irruzione” nella stanza è motivata da alcune nuove disposizioni interne all’amministrazione comunale.

Infatti, sulla base di un documento datato del 18 aprile a firma del Segretario Generale del Comune di Catania Rossana Manno è stato stabilito che le interrogazioni devono pervenire al Direttore della Presidenza del Consiglio e al Presidente. Successivamente, il 29 aprile, è stata diramata una nota, a firma dell’avvocato Russo, Direttore della Presidenza, a ulteriore conferma di quanto disposto dal Segretario Generale. “Queste recenti disposizioni però - sottolineano i consiglieri del M5S - vanno a confliggere nettamente con l’art. 36 del Regolamento del Consiglio Comunale che, invece, stabilisce che le interrogazioni vanno presentate al Sindaco o alla Giunta. Il fatto che il Presidente Castiglione abbia fatto questa attività ispettiva nei nostri uffici è un episodio grave che deve essere approfondito”.

La replica del presidente Giuseppe Castiglione. "Per quanto riguarda le interrogazioni – spiega a LiveSicilia – il segretario generale ha disposto che l'iter sia quello di inviare tutto all'ufficio presidenza che poi si farà carico d'inoltrarle agli assessorati e alle direzioni.  Non c’è contrasto con quanto previsto dall’art. 36 infatti l’attività ispettiva è sempre presentata al sindaco o alla giunta ed il procedimento serve solo a scandire i tempi di risposta è che ciò è a tutela della minoranza visto che vi erano interrogazioni ferme da tantissimo tempo.Quindi non c'è alcun caso, le regole si rispettano. Colgo l'occasione per invitare tutti i consiglieri a votare il regolamento del consiglio comunale, fermo dal 2004".

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento