Live Sicilia

Polizia

"Da ieri sono un catanese"
Il Questore si presenta alla città

questore della cioppa, insediamento questore catania
Foto Dario Azzaro

Mario Della Cioppa ha incontrato i giornalisti. Stilata già una precisa tabella di marcia.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - "Da ieri alle 8 sono un catanese a tutti gli effetti". Una dichiarazione d'amore alla città quella di Mario Della Cioppa, 60 anni il prossimo 20 settembre. Il nuovo questore di Catania, nel giorno del suo insediamento, spera di poter arrivare ai cuori dei catanesi come è successo per i foggiani. "La cosa di cui vado più orgoglioso dell'ultima esperienza, al di là dei risultati professionali, è che sono stato considerato una persona che ha voluto bene a Foggia forse più dei foggiani stessi", ha detto. "Spero di raggiungere lo stesso risultato anche qui", è la promessa che fa Della Cioppa parlando oggi ai cronisti.

La conferenza stampa (foto Dario Azzaro)



Le idee sono ben chiare. "Intervento di sistema e gioco di squadra", sono le due direttrici su cui si muoverà la Questura. Perchè la polizia è solo uno strumento dell'orchestra che si deve muovere all'unisono per gestire la sicurezza. "E l'obiettivo è quello di far aumentare la percezione di sicurezza", afferma. Della Cioppa ha dedicato la giornata di ieri agli incontri istituzionali con il Procuratore Zuccaro, il prefetto Sammartino, gli altri vertici delle forze dell'ordine e anche il sindaco. Ha partecipato, infatti, ieri al comitato per l'ordine e la sicurezza a Palazzo Minoriti dove si è parlato anche di dissesto.

Con la stampa il nuovo questore vuole creare "un rapporto trasparente, chiaro e leale". Quindi, massima collaborazione. "Dagli articoli, che analizzeremo quotidianamente, presteremo la massima attenzione anche per capire le istanze dei cittadini", aggiunge Della Cioppa.

La tabella di marcia è già pianificata. "La mia prima azione sarà quella di fare una velocissima analisi e mappatura della città metropolitana per poter intercettare le priorità e quindi valutare il potenziamento dei presidi che andranno a supportare quelli delle pattuglie della polizia e delle gazzelle dei carabinieri", chiarisce. L'analisi poi sarà tramutata in provvedimenti tecnici. "Con una pianificazione decisa e pianificata nel comitato per l'ordine e la sicurezza presieduto dal prefetto", argomenta.

E poi aggressione ai patrimoni illeciti. Questa è un'altra priorità dell'azione che vuole intraprendere Della Cioppa, Una delle grandi manovre investigative per il contrasto alle mafie e alla criminalità organizzata. "Offriremo la migliore organizzazione per i servizi di polizia giudiziaria, valorizzeremo la Squadra Mobile affinché possa essere funzionale alla Procura della Repubblica". Chiaro, diretto e conciso. Della Cioppa dimostra di andare diritto al punto.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento