Live Sicilia

TRAGEDIA IN OSPEDALE

Bimbo muore di arresto cardiaco
"Pensavano fosse un mal di pancia"

pronto soccorso, vittorio emanuele, ospedale

Ecco cosa sarebbe accaduto nel pronto soccorso pediatrico del Vittorio Emanuele.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - S. Khadim Gueye, 6 anni, senegalese nato a Catania è morto dopo atroci sofferenze nel reparto pediatrico del Vittorio Emanuele. La comunità senegalese è sul piede di guerra, “gli avevano diagnosticato un mal di pancia”, dicono a LiveSicilia “adesso chiediamo giustizia”.

Tutto è iniziato due giorni fa, quando il piccolo Khadim è andato al pronto soccorso pediatrico del Vittorio Emanuele, uno dei pochi reparti ancora in funzione dopo il trasferimento nel San Marco di Librino. “È arrivato in tarda serata – raccontano gli amici della famiglia di Khadim – i medici dissero che si trattava di un normale mal di pancia e gli prescrissero alcune bustine”.

Il giorno dopo, però, i dolori addominali non accennano a smettere.

“Khadim – continua Mbaye Moussaf, esponente della comunità senegalese di Catania – torna nel pronto soccorso del Vittorio Emanuele accompagnato dai genitori, dopo 40minuti di attesa viene visitato, ma per più di due ore non riescono a trovare la vena del suo braccio per fare la flebo”.

Intorno alle 20 le sue condizioni precipitano e muore su una barella per un arresto cardiaco.

I genitori sono inconsolabili, hanno già nominato un legale e stanno presentando un esposto in Procura.

La redazione è in contatto con i vertici del Policlinico Vittorio Emanuele. Il direttore sanitario Antonio Lazzara esprime la solidarietà dell'azienda alla famiglia auspicando che sia fatta chiarezza prima possibile.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento