Live Sicilia

il caso

Il calvario del detenuto in coma
Ora la moglie pretende giustizia

, Cronaca

La permanenza in carcere in condizioni di coma e il successivo ricovero sono al centro di una denuncia presentata questa mattina.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - Respira senza macchinari ma le sue condizioni restano critiche. È ancora ricoverato in terapia intensiva l'uomo catanese colpito da un ictus dentro il carcere di Floridia, in provincia di Siracusa, poco più di un mese fa. Il detenuto è rimasto in cella per dieci giorni prima di essere trasferito in ospedale. La permanenza in carcere in condizioni di coma e il successivo ricovero sono al centro di una denuncia presentata questa mattina dalla moglie del detenuto.

Il suo stato di salute è ancora critico, anche se l'uomo è stato staccato dal respiratore: di fatto, il catanese M.F. è stato svegliato dal coma in cui è stato tenuto in seguito all'ictus che ha avuto in carcere, ma per l'avvocato Alessio Di Carlo, che si occupa del suo caso per conto dell'Osservatorio per i diritti umani e dell'associazione Sicilia Risvegli, non si può ancora dire che sia fuori pericolo. Come raccontato da Livesicilia, l'uomo ha passato i primi dieci giorni di coma dentro la sua cella in compagnia di un altro detenuto, e solo dopo lo spostamento all'ospedale di Siracusa la sua famiglia ha potuto sapere che era ricoverato in terapia intensiva. Questo solo dopo essersi vista sbarrare la strada per più di un giorno da un piantone, senza la possibilità di vedere il proprio parente o di avere notizie sul suo stato di salute.

Proprio per fare chiarezza sui motivi di questa detenzione e sulle cure ricevute in carcere e in ospedale la moglie dell'uomo ha presentato, questa mattina, una denuncia alla procura di Siracusa. Come fa sapere ancora l'avvocato Di Carlo, la denuncia per il momento è contro ignoti, e mira a ottenere le relazioni di servizio del carcere di Floridia e la cartella clinica del catanese. L'obiettivo è di verificare se ci siano ipotesi di reato nel trattamento ricevuto dall'uomo nei giorni in cui è stato lasciato in cella e in quelli del ricovero ospedaliero.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento