Live Sicilia

dal mensile S

Il patto, mafia ed elezioni
I verbali segreti del pentito

Catania, mensiel s, turi messina, Cronaca

Le rivelazioni del collaboratore Turi Messina.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - Turi Messina ha deciso di vuotare il sacco. E le sue rivelazioni stanno creando scompiglio negli ambienti politici catanesi. Uno dei suoi verbali è finito nei faldoni dell'inchiesta su mafia e gioco d'azzardo. La stessa indagine che ha portato la commissione prefettizia a Misterbianco per il coinvolgimento dell'ex sindaco Carmelo Santapaola. Un passaggio delle sue rivelazioni è stato coperto da un omissis.
Il mensile S pubblica il verbale integrale sul numero in edicola. 

Salvatore Messina, 53 anni, è conosciuto nella mala di Catania con lo pseudonimo di Manicomio. Una militanza mafiosa di oltre 20 anni all’interno del clan Pillera. Specialista in vendita di cocaina. A dicembre dello scorso anno il collaboratore di giustizia ha raccontato di un incontro che sarebbe avvenuto a San Giovanni Galermo in cui si sarebbe siglato un patto elettorale. Voti per piazzare i propri uomini. A quella riunione avrebbe partecipato Carmelo Santapaola, i fratelli Placenti e omissis.

Il pentito rivela scenari inquietanti. “Placenti davanti a Massimo Salvo mi disse che aveva bisogno di voti per il cugino Carmelo Santapaola, io replicai che potevano lavorare insieme perché noi (inteso come gruppo Pillera) portavamo Omissis…”. Chi è questo nome? Di chi sta parlando il pentito? La temperatura, al di là della stagione estiva, potrebbe diventare incandescente a Misterbianco...

CONTINUA A LEGGERE I VERBALI INTEGRALI SUL MENSILE S


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento