Live Sicilia

Check In

Affittacamere hot, blitz della Polizia
Arrestati uomo e donna a Catania

check in, prostituzione, arresti, catania

Subaffittavano alle straniere ai fini della prostituzione.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - Avevano creato un sistema di prostituzione 'indoor', subaffittando appartamenti, a Catania, a straniere, che si alternavano con cadenza settimanale. Per questo motivo, con l'accusa di presunto favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, la Polizia di Catania ha arrestato una donna di 56 anni e un uomo di 47, incensurati, al termine di una attività investigativa denominata 'Check in'.

A quanto risulta, i due sub locavano ad un canone maggiorato rispetto ai valori di mercato, immobili adibiti a case di prostituzione per giovani donne di diverse nazionalità.  La donna concedeva in sublocazione i locali a straniere, pretendendo il pagamento di un canone settimanale di 500 euro e di 700 euro, a seconda si trattasse di una ragazza o di una coppia di donne, affinché esercitassero anche contemporaneamente l'attività di prostituzione, mentre l'uomo procacciava le donne, curandone materialmente la sistemazione presso gli appartamenti, effettuando il cosiddetto 'check in', ovvero la riscossione dei canoni di locazione ed occupandosi, insieme alla co-indagata, del rifornimento continuo di biancheria e della costante pulizia dei locali.

Tra le mansioni spettanti invece all'uomo, che percepiva per le attività svolte una percentuale dei canoni di locazione pagati dalle donne per la disponibilità dei locali, c'era anche il controllo costante del comportamento tenuto dalle 'ospiti' per assicurare quanta più riservatezza possibile presso i condomini. I due indagati sono stati condotti nel carcere di Catania e gli appartamenti sequestrati.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento