Live Sicilia

Sanità

Cure e assistenza per indigenti
Apre l'ambulatorio al Santa Marta

, Cronaca

Si tratta dell’Opera assistenza infermi Beato Card. G.B. Dusmet presentata stamattina nel salone dell’Arcivescovado di Catania

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - Un intero piano dell’ex Ospedale Santa Marta: 14 stanze, due sale odontoiatriche; 23 tipi di medicina specialistica che spaziano dalla cardiologia alla nefrologia senza dimenticare ginecologia, oncologia o chirurgia plastica. E ancora distribuzione di alimenti, abbigliamento e farmaci. Tutto questo è l’Opera assistenza infermi Beato Card. G.B. Dusmet presentata stamattina nel salone dell’Arcivescovado di Catania alla presenza dell’Arcivescovo S.E. Mons. Salvatore Gristina e il responsabile dell’Ufficio Pastorale della Salute, don Mario Torracca che lavora all’apertura di questo ambulatorio per i poveri da anni.

“Dal 2012 per essere esatti - ci conferma lo stesso Torracca - da quando sono diventato direttore dell’Ufficio Pastorale della Salute. Fin dall’inizio ho puntato sulla formazione degli operatori e sulla prevenzione perché il nostro obiettivo non è solo quello di prenderci cura di chi sta male, ma favorire lo star bene in salute in tutti gli altri”.

L’ambulatorio verrà inaugurato giovedì 11 aprile alle 10,30 al primo dell’ex Ospedale Santa Marta i cui locali sono stati concessi in comodato d’uso gratuito dall’Azienda Ospedaliera Policlinico Vittorio Emanuele di Catania. “Non ci sostituiamo alle strutture pubbliche – ha spiegato Torracca – ma a volte manca quel rapporto, tra l’operatore sanitario e il paziente, che spersonalizza la cura. Intendiamo prenderci cura del malato in tutti i suoi aspetti, anche quelli emotivi”.

L’Opera assistenza Infermi è indirizzata a chi non ha mezzi necessari e sufficienti per accedere alle cure mediche necessarie. L’assistenza verrà fornita da personale volontario inizialmente formato da persone vicine a Don Mario Torracca, ma poi la bella notizia ha fatto un passaparola inevitabile raccogliendo sempre più adesioni. Così mentre si pensa a rifinire gli ultimi particolari per l’apertura di dopodomani, Don Mario ha già iniziato i lavori del secondo piano del vecchio ospedale e sa già cosa diventerà, anche se, per ora, ha preferito non svelare nulla.

«Il Cardinale Dusmet è stato particolarmente attento, operativo, coinvolgente in tante iniziative - ha chiosato S.E. l’Arcivescovo Gristina - che costituirono una risposta generosa e geniale alle urgenze del suo tempo. L’apertura del Poliambulatorio risponde a tante urgenze e a tante necessità che, certamente, sono ancora più problematiche a causa del dissesto e delle situazioni in cui ci troviamo. Vogliamo mettere queste energie di vita nuova, di solidarietà, di amore che Cristo risorto continuamente infonde a noi ed essere a nostra volta canale di trasmissione. Consideriamo di buon auspicio che questa iniziativa nasca nel periodo pasquale».

L’ambulatorio sarà aperto tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 18,30. “E come ci ricorda il Cardinale Dusmet - ha concluso Don Mario - noi apriremo la porta a chiunque busserà”.

 




Segnala il commento