Live Sicilia

Cassazione rigetta ricorso

Nascondeva cocaina e un revolver
Condanna definitiva a 10 anni

armi cocaina, catania cocaina

Lorenzo Giustino era stato arrestato nel 2016 dalla Squadra Mobile.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - Avevano organizzato un controllo mirato in viale Biagio Pecorino, nel rione catanese di San Giorgio. La soffiata era arrivata precisa. E visti i risultati, era anche fondata. Nel 2016 gli agenti della Narcotici della Squadra Mobile di Catania arrestarono Lorenzo Giustino per detenzione di oltre 700 grammi di cocaina purissima e di un revolver calibro 38 special. La “riserva” di polvere bianca la trovarono all’interno di una cassetta metallica nascosta in un vano del palazzo che risultò essere nella disponibilità di Giustino. Anche perché una delle chiavi del mazzo in possesso del 43enne apriva proprio il contenitore. La droga rinvenuta secondo le stime dell'accusa avrebbe fruttato milioni.

Giustino dopo l’arresto è finito davanti al Gup che lo ha condannato a 10 anni di reclusione. Sentenza poi confermata in secondo grado. Da pochi giorni il verdetto è diventato definitivo. La Cassazione, infatti, ha rigettato il ricorso della difesa rendendo esecutiva la condanna emessa dalla Corte d’Appello di Catania.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento