Live Sicilia

Lettera in redazione

"Il volo sarà dirottato a Comiso..."
La disavventura di un passeggero

aeroporto, catania aeroporto, fontanarossa aeroporto, Cronaca

Deve partire lunedì per Roma e Ryanair con un sms lo avverte del cambio di aeroporto. Effetto dei lavori urgenti previsti nell'area di movimentazione dello scalo catanese.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - Un sms lo avverte che il suo volo Ryanair in partenza da Catania lunedì 11 marzo per Roma decollerà a Comiso.
E che mercoledì 13 invece di atterrare a Fontanarossa il suo aereo arriverà a Comiso. I tempi sono stretti ed è difficile organizzarsi, anche perché al cambio di aeroporto non è prevista alcuna navetta per spostarsi. La denuncia è di un lettore di LiveSiciliaCatania che ha messo nero su bianco il suo disagio di passeggero in una missiva arrivata oggi nella posta di redazione.

È questo uno degli effetti dei lavori di manutenzione urgente che partiranno lunedì 11 marzo e che riguardano l'area di movimento dell'aeroporto di Catania. Lavori che come è scritto in una nota inviata dall'ufficio stampa Sac sono “necessari per garantire la totale sicurezza del rullaggio degli aeromobili in vista del notevole incremento del traffico aereo atteso per la stagione estiva, che prende il via il 31 marzo". I lavori i concluderanno il 20 marzo. Sac assicura che "l'impresa opererà su turni di 24 ore, senza interruzioni, per accelerare il più possibile la consegna dei lavori".

Il passeggero è molto amareggiato. Non si "offre alcuna soluzione in merito ai disagi conseguenti - scrive - primo fra tutti quello di un preavvertimento così esiguo da rendere difficoltosa ogni iniziativa organizzativa a livello personale". Su questo aspetto la Sac precisa che "il Notam, cioè la comunicazione aeronautica di inizio lavori, è stato emesso solo il 6 marzo scorso. E che il giorno dopo, il 7 marzo, durante la riunione urgente con le compagnie aeree sono state decise le limitazioni (6 arrivi ogni ora giorno 11, 4 arrivi ogni ora dal 12 marzo). E quindi in base a queste limitazioni le compagnie hanno preso le loro decisioni: cancellazioni, ritardi o dirottamenti". Quest'ultimo il caso sollevato dal lettore che deve partire con un volo Ryanair.

"Peraltro, genericamente, la Ryanair - denuncia ancora il passeggero  - suggerisce di conservare eventuale documentazione di spesa da inoltrare ai loro uffici: quali documentazioni saranno congrue? - si chiede - la spesa per un taxi da Catania è documentabile ma è più difficile documentare la spesa per la benzina occorrente al proprio mezzo per lo spostamento, ad esempio? Ritengo, in conclusione, che la vicenda sia grave per la mancanza di attenzione per i diritti dei viaggiatori - argomenta - a cominciare da una comunicazione. Lascia sbalorditi - scrive il lettore - che a tali circostanze non si abbia cura di associare almeno delle misure atte a garantire il minor disagio dei passeggeri (un servizio navetta o altro…), tra i quali oltretutto anche persone anziane, nel caso che mi riguarda personalmente per la necessità di recarsi a Roma onde sottoporsi a delle visite mediche urgenti".

La Sac precisa che "per informazioni su rimborsi dei biglietti, riprotezioni e rimborsi delle spese di viaggio per raggiungere altri aeroporti è necessario rivolgersi alla propria compagnia aerea".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento