Live Sicilia

l'operazione

Blitz antidroga dei carabinieri
Arrestato vigile urbano di Giarre

droga, giarre, vigile, Cronaca

Sequestrati 13 chili di marijuana e cinque dosi di cocaina.

VOTA
0/5
0 voti

GIARRE - Si è conclusa con un arresto eccellente la brillante attività condotta ieri dai carabinieri della Compagnia di Giarre, guidati dal capitano Luca Leccese, d'intesa con la Prefettura di Catania. A finire in manette con l'accusa di detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti il 34enne Angelino Domenico, vigile urbano in servizio nel corpo di polizia municipale giarrese, ed un 24enne, entrambi di Giarre. L'attività è scattata nel tardo pomeriggio di ieri quando i militari dell'Arma hanno adocchiato il 24enne alla guida di una vettura, nelle vicinanze dello stadio di Giarre, in compagnia del vigile urbano. Il giovane, che ha alle spalle piccoli precedenti di polizia, è un volto conosciuto alle forze dell'ordine. Quando i carabinieri hanno intimato l'alt, Angelino Domenico ha tentato disperatamente di disfarsi di un involucro, gettandolo dal finestrino dell'automobile. Il movimento non è però passato inosservato ai militari che lo hanno recuperato, rinvenendo al suo interno circa cinque dosi di cocaina. Nella successiva perquisizione in un'abitazione nella disponibilità del 24enne, i carabinieri hanno rinvenuto ulteriori 13 chili di marijuana. E' scattato così l'arresto in flagranza di reato. L'intero stupefacente è stato sottoposto a sequestro. Il 24enne, vicino al mondo degli ultras giarresi, è stato trasferito nel carcere di Piazza Lanza a Catania mentre l'agente di polizia municipale è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

 

L'attività, come accennato, rientra nei servizi concordati con la Prefettura di Catania dopo i recenti fatti di cronaca avvenuti nel comune ionico. In particolare il furto di pistole e munizioni in dotazione al corpo di polizia municipale giarrese. Per l'intera mattinata odierna un elicottero dei carabinieri ha sorvolato il territorio giarrese e quello di Zafferana Etnea, in particolare la frazione di Fleri, colpita due mesi fa dal sisma. Si dice amareggiato per la notizia dell'arresto del vigile urbano il sindaco di Giarre Angelo D'Anna. “Da un lato c'è il dispiacere sotto il profilo umano – dichiara il primo cittadino – e poi l'amarezza per l'arresto di una persona che indossa la divisa e rappresenta il nostro ente. E' chiaro che qualora dovessero essere accertate le sue responsabilità, subirà le giuste conseguenze. L'episodio ci spinge a riflettere ancora una volta – prosegue D'Anna – sull'esigenza di un rilancio dei valori della legalità a cui noi come amministrazione teniamo molto. Faccio un plauso ai carabinieri per la brillante attività svolta e per l'impegno profuso sul territorio. Nelle scorse settimane – conclude il sindaco di Giarre – ho espresso un certo disagio per alcuni episodi di microcriminalità registrati sul territorio e sono contento che sia stato avviato un potenziamento nelle attività di controllo, anche se auspicherei una maggiore sinergia con l'ente”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento