Live Sicilia

Operazione "Città Blindata"

Arrestato l'ex sindaco di Biancavilla
Marcello Merlo, coinvolto nel blitz

mafia, ex sindaco biancavilla.

Un carriera politica negli anni novanta. E oggi sarebbe un affiliato del clan Toscano-Mazzaglia-Tomasello.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - È finito in manette Marcello Merlo, fratello del più noto (negli ambienti criminali) Massimo. L'accusa è di essere un appartenente al clan "Toscano-Mazzaglia-Tomasello". Famiglia mafiosa disarticolata oggi nell'ambito dell'operazione "Città Blindata". Marcello Merlo è stato ex sindaco del comune di Biancavilla negli anni 90. Precisamente - come si legge su corrieretneo.it - nel 1993. Un passato nel Partito Comunista e poi una trasformazione politica con la casacca di Forza Italia. Da anni però ha lasciato la politica. Negli anni 2000 avrebbe avuto alcuni guai giudiziari, che però non hanno portato ad un riscontro processuale. Le indagini della Squadra Mobile di Catania e del Commissariato di Adrano - supportate anche da diverse intercettazioni - portano a considerare l'ex sindaco un affiliato al clan mafioso di Biancavilla. Il fratello Massimo in passato è stato nel clan Scalisi, alleati dei Laudani. Da ottobre 2016 sarebbe transitato tra i referenti dei Santapaola a Biancavilla.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento