Live Sicilia

il provvedimento

Sant'Agata, disposta tutela
per Mons. Scionti e Claudio Consoli

Catania, claudio consoli, mons. Scionti, sant'agata, Cronaca

La decisione dopo la presa di posizione contro le derive delinquenziali.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - Emesso un dispositivo di sicurezza, discreta vigilanza, per gli spostamenti esterni a tutela del parroco della Cattedrale, monsignor Barbaro Scionti, e del maestro del fercolo Claudio Consoli. La decisione del Questore di Catania e concordata con la Prefettura in sede di Comitato, è stata presa a seguito dei fatti di ieri in via Antonino Sangiuliano e delle dure parole di condanna pronunciate dal vicario episcopale per la Festa in piazza Duomo: “Cari delinquenti, siete soli e isolati”.

Evidentemente, quanto accaduto ieri, con la "scissione" della processione e le pressioni, alle quali il Capo
Vara non ha ceduto stabilendo di tirare dritto per via Etnea e  non effettuare la tradizionale "acchianata di Sangiuliano", sta avendo degli strascichi.  Quanto accaduto, d'altronde, non ha precedenti e rappresenta davvero una cesura tra il prima e il dopo.

La situazione è monitorata da Prefettura e Questura. Già domani il prefetto Claudio Sammartino potrebbe convocare un apposito Comitato per l'Ordine e la Sicurezza.

Intanto Scionti e Consoli in una nota fanno sapere di essere "sereni" e di guardare già alla ricorrenza del 12 febbraio: entrambi, infatti,  si stanno preparando "come sempre in spirito di servizio all'Ottava della Festa, confidando nell'intercessione di Sant'Agata e nel cuore buono dei devoti; una serenità che viene dall'aver vissuto i giorni agatini con azioni e parole alla luce del sole".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento