Live Sicilia

La seduta di consiglio

SuperCamera, sì a contributo
per imprese colpite dal sisma

supercamera, catania supercamera, catania supercamera sud est

Tra le altre novità, la probabile nomina di Vito Riggio, ex numero 1 di Enac, come consulente per il sistema aeroportuale.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - Un Consiglio camerale breve ma ricco di novità quello che si è svolto ieri pomeriggio nella sede di via dei Cappuccini a Catania. Durato poco più di un’ora è bastato per approvare il bilancio preventivo del 2019 - 17 i Sì contro i 18 presenti in aula e il solo voto contrario di Guzzardi - e ascoltare gli aggiornamenti illustrati dal presidente della Camera del Sud Est, Pietro Agen. Tra questi non poteva mancare almeno un riferimento alla privatizzazione dell’aeroporto di Catania.

La novità comunicata da Agen arriverebbe proprio dalla Regione Siciliana per la quale il presidente Nello Musumeci avrebbe nominato Vito Riggio come consulente per il miglioramento del sistema aeroportuale siciliano. L'ex numero 1 dell'Enac, tra l'altro, si è recentemente dichiarato a favore della privatizzazione dello scalo aeroportuale catanese, ha sottolineato Agen. Più che reale, quindi, l’annunciata possibilità che nei primi giorni di primavera si potrà parlare in modo più ufficiale di questo cambio di rotta per l’aeroporto etneo.

Ancora novità. La Camera del Sud Est ha ottenuto il Sì da UnionCamere per un contributo da elargire alle imprese che hanno subito danni con il terremoto di Santo Stefano. Il presidente Agen ha spiegato che al Consiglio si sta procedendo con la Protezione Civile per quantificare i danni di vario tipo subiti dagli imprenditori: dalla caduta del tetto dell’officina alla distruzione della produzione di miele che era stata conservata in vasetti di vetro. In quest’ottica è previsto un sopralluogo a Fleri per il 9 febbraio.

Prosegue e si concretizza, nel frattempo, l’obiettivo di creare un ente fiera della Super Camera. L’accordo con il Comune sta andando avanti ed è per questo che è stato chiesto al Consiglio un doppio impegno nel mese di febbraio. Infine pare sia quasi pronto il bando per la creazione di negozi di prodotti tipici siciliani in vari parti d’Europa. Si saprà di più nelle prossime sedute.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento