Live Sicilia

PROCURA DI CATANIA

Ordine dei Medici, intercettazioni
Il Rettore, la strategia, i fedelissimi

rettore, ordine dei medici, basile, buscema

Potere, veleni e politica. In esclusiva i particolari.


CATANIA - “Il Rettore vuole riprendersi l'Ordine dei medici”. È il 23 dicembre del 2017, le cimici della Procura di Catania registrano le utenze di due fedelissimi di Massimo Buscema, l'ex presidente dell'Ordine costretto alle dimissioni dopo uno scontro all'ultimo sangue tra poteri fortissimi. Lucio Di Mauro e Nino Rizzo, noti medici etnei, sono intercettati all'interno dell'inchiesta per associazione per delinquere, per la quale, come anticipato da LiveSicilia, la Procura ha chiesto di non procedere, perché molte denunce fatte nei loro confronti e nei confronti di Buscema si sono rivelate prive di consistenza. Un lavoro delicatissimo quello del nucleo di magistrati che si occupa dei reati della pubblica amministrazione sotto il coordinamento del procuratore capo Carmelo Zuccaro. Gli atti sono depositati e notificati ai diretti interessati. Il 23 dicembre, come dicevamo, con il Natale alle porte, alle 13.24 il Magnifico Rettore Francesco Basile contatta Lucio Di Mauro, parlano della riforma dell'Ordine e confermano di vedersi dopo le feste coinvolgendo anche Nino Rizzo, “per contrastare Buscema nella sua rielezione o addirittura eventuale sfiducia”.

Sfiducia e contrasti, il Magnifico Rettore parlerebbe da regista dell'operazione anti Buscema, Di Mauro, poco dopo la telefonata, contatta l'amico Nino Rizzo e gli dice che il Rettore vuole “riprendersi l'Ordine”. Per farlo bisogna fare fuori Massimo Buscema. Frasi che scottano, alla luce soprattutto delle polemiche delle ultime elezioni all'Ordine dei medici, in cui la moglie del Rettore è risultata la più votata, nella lista che ha consegnato la presidenza al chirurgo Diego Piazza. Ma anche perché l'Università, nel 2009, ha stipulato con la Regione il protocollo che ha dato vita al Policlinico universitario, colosso della sanità catanese, feudo della medicina, della ricerca universitaria e struttura di eccellenza. Perché il Rettore vorrebbe riprendersi l'Ordine dei medici? In quel momento a guidarlo è Massimo Buscema, la moglie è stata consigliera comunale del Pd, entrambi hanno sostenuto - come documentato da LiveSicilia - Anthony Barbagallo alle regionali.

Ad un interlocutore, Lucio Di Mauro confida che con la legge Lorenzin cambieranno tante cose e che non si può parlare al telefono, perché “molte cose che prima si facevano allegramente ora non si possono fare più, mentre ancora all'Ordine continuano ad agire in questo modo”.

LA STRATEGIA – Pochi giorni dopo, il 27 dicembre, la Procura registra un'altra telefonata, a chiamare stavolta è Lucio Di Mauro, all'amico Nino Rizzo, che gli confida di aver parlato col professore Basile. Di Mauro racconta di aver capito quale può essere la strategia del Rettore: “Se salta Tutino e come direttore magari si mette uno bravo, ad esempio un professore di economia, Buscema si indebolisce molto e, una volta indebolitosi e una volta che capisce che potrebbe essere sfiduciato, per fare un'uscita decorosa potrebbe dimettersi con la scusa che la moglie si candida in Forza Italia”. La strategia del Rettore – secondo quanto registrano le cimici – “è quella di fare dimettere Buscema per consentirgli un'uscita indolore”. Di Mauro e Nino Rizzo pensano, in quel momento, a garantirsi “la vicepresidenza”.

Il 5 gennaio altra riunione con il Rettore alla quale Rizzo partecipa “in incognito” per non far saper alcunché a Buscema.

Qualche mese prima, il 30 ottobre, Lucio Di Mauro raccontava di una riunione, alla quale c'erano “Biondi, Basile, Vitale e praticamente tutti e 10 sono pronti a sfiduciare Massimo Buscema. Tra coloro che sarebbero pronti a sfiduciare Buscema c'è anche un dottore, il cui fratello “insegna all'Università e non potrà dire di no a Basile anche se è amico di Buscema”

LAVORO IN NERO – Dalle intercettazioni emerge la confessione di un noto medico di esercitare lavoro in nero, senza emettere alcuna fattura mentre la sua interlocutrice chiede come faccia a giustificare il suo tenore di vita.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento