Live Sicilia

l'evento di chiusura

Volti per la cultura, finissage
della mostra Il cielo dentro

, Zapping

Un progetto fotografico, a cura di Giovanni Ruggeri, per la chiusura della personale di Salvatore Bonajuto.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Un esperimento artistico. La curiosità dell’obiettivo per raccontare di una città dal fascino eterno. Chiude i battenti lasciando il segno Il cielo dentro, la personale di Salvatore Bonajuto, allestita all’interno dell’Orto botanico di Palermo. In occasione dell’ultima giornata di esposizione, giovedì 27 dicembre a partire dalle 10, l’occhio del fotografo Giovanni Ruggeri immortalerà i volti dei palermitani per raccontare una realtà, per conoscere e riconoscere, tra gli sguardi, i segreti del capoluogo siciliano, unico e suggestivo crocevia di mondi e culture.

“Volti per la cultura” è un set estemporaneo, una sorta di storytelling affidato all’obiettivo del grande fotografo, ideale omaggio di Salvatore Bonajuto alla città che lo ha colpito, emozionato, ispirato e ospitato. “L’accoglienza che mi è stata riservata è stata calda e avvolgente - commenta l’artista catanese, che con i suoi quadri rende omaggio a un’intero popolo. Non solo da parte di chi, e per questo lo ringrazio, mi ha permesso di esporre le mie “visioni”, ma da tutti quelli che sono venuti a vedere, a curiosare, che mi hanno fatto domande, che hanno ammirato le mie opere. Per questo - prosegue - ho deciso, insieme a Ruggeri, di ricambiare questa meravigliosa accoglienza, raccontando un’altra storia”.

Se nei quadri Bonajuto immortala ambienti, monumenti, scorci di paesaggio, con l’esperimento fotografico l’idea è quella di indagare attraverso le espressioni e i volti dei visitatori, una realtà parallela. “L’idea è quella di raccontare ancora Palermo da un altro punto di vista - precisa Bonajuto - esplorandone l’anima da un’angolazione differente. Una raccolta di vite che, chissà, se non possa diventare una nuova mostra”.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento