Live Sicilia

aeroporto

A Natale si vola
Aumentano i passeggeri

, Economia

Ecco i dati forniti da Sac.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - Nelle prossime vacanze di Natale, nel periodo compreso tra il 21 dicembre e l’8 gennaio 2019, l’Aeroporto di Catania vedrà in transito 437.787 passeggeri (+10%): ovvero circa 40.000 in più rispetto allo scorso anno, quando furono 398.303. Incrociando una serie di fattori statistici, lo studio elaborato dagli analisti dei dati traffico consente una ulteriore lettura dei numeri e fornisce informazioni utili anche a comprendere origine e destinazione dei flussi di passeggeri per i quali l’Aeroporto di Catania è la porta principale da/per la Sicilia. Di particolare rilievo la crescita esponenziale del mercato internazionale (+22% di utenti da/per estero rispetto al 2017)

Dei 437.787 utenti in transito tra Natale e l’Epifania:

315.374 sono nazionali (e crescono del +5%)

122.413 sono internazionali (+22%)

Sempre i 437.787 vedono:

223.342 Partenze (+10%), di cui 160.545 naz (+5%) e 62.797 int (+25%)

214.445 Arrivi (+9%), di cui 154.829 naz (+5%) e 59.616 int (+19%)

Giorni più trafficati

Le giornate più trafficate saranno venerdì 21 dicembre (con 27.000 passeggeri tra arrivi e partenze), il 23 – giorno di picco massimo con quasi 29.000 utenti, il 2 gennaio (28.000 passeggeri) e il giorno dell’Epifania, domenica 6 gennaio, con 27.000 transiti tra rientri in Sicilia e partenze).

Fasce orarie più trafficate

Le fasce orarie più trafficate sono per le Partenze quelle tra le 8 e le 9 del mattino, tra le 14 e le 16 del pomeriggio e di sera tra le 19 e le 21. Per gli Arrivi picco di traffico tra le 8 e le 9, tra le 14 e le 15 e dalle 21 alle 22. Si segnala che le giornate più animate saranno quelle del 21 dicembre e della vigilia di Natale, il 24. Il 6 gennaio sarà invece la giornata con il maggior traffico di voli da/per destinazioni internazionali: 33 arrivi e 33 partenze.

Le rotte più popolate

Paesi Extra Cee (Asia e Africa)

E’ il mercato che cresce in maniera esponenziale con +68,75% rispetto al Natale 2017 con un totale di 216 voli tra arrivi e partenze. Oltre a Istanbul (volo giornaliero) e Dubai (più frequenze a settimana) si contano Casablanca e Marrakech (20 voli). Come charter torna Sharm el Sheik (assente scorso anno) e Abu Dabi.

Europa Est

Prima destinazione Bucarest (con 44 voli A/P), Budapest (16), Katowice (12) e Mosca (10 tra A/P). Cresce Atene (22 voli A/P, sia linea che charter).

Europa: destinazioni TOP (città)

Malta regina delle preferenze con 120 voli (+11%); segue Parigi con 40 voli, Londra (nei due scali di Gatwick e Luton (36 voli); Monaco (32), Amsterdam (30), Vienna, Ginevra, Francoforte, Zurigo, Barcellona, Stoccarda, Madrid.

Europa: destinazioni TOP (paesi)

Germania (140 movimenti aereomobili A/P); Malta (120); Svizzera (66), Inghilterra (64, si aggiunge anche lo scalo di Southend); Spagna, Francia, Olanda. All’interno di questo mercato Germania e Svizzera rappresenta il 41% di tutto il mercato, nazionale ed internazionale (ed è riconducibile alla quota di utenti che risiedono all’estero per motivi di lavoro).

Charter

Cresce del 30% rispetto al 2017 grazie all’aumento dei voli per Atene (presente anche come volo di linea), al ritorno di Sharm el Sheik, e alla presenza di Belgrado e Zagabria

Voli nazionali

Migliora il volato su Fiumicino con 622 voli tra A/P: la tratta Catania-Roma, si ricorda, è la più trafficata d’Italia; Crescono Verona con 144 voli (erano 122 nel 2017), Venezia con 186 (erano 112), Linate 250 voli (erano 110 nel 2017) e Malpensa con 358 (nel 2017 si erano fermati a 300, sempre arrivi e partenze).

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento