Live Sicilia

effetto domino

Dissesto pagato dai cittadini
Possibile stangata sui trasporti

, Cronaca

Il default potrebbe azzerare il contributo comunale al costo del biglietto. Ecco quanto potrebbe costare.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - Il biglietto dell'autobus potrebbe costare 1,40 euro. Un aumento del 40 per cento sul ticket per viaggiare sui mezzi pubblici dell'Amt. Potrebbe essere questo uno degli effetti del dissesto che andrebbe a colpire direttamente i cittadini, in particolare quelli che necessitano del mezzo pubblico per spostarsi, per i quali l'aumento da un euro a un euro e 40 potrebbe rivelarsi un vero e proprio salasso.

La questione dipenderebbe dal fatto che, in effetti, il biglietto anche attualmente ha il costo di 1,40 euro ma il Consiglio comunale etneo, qualche anno fa per evitare che il costo aumentato potesse gravare sulla cittadinanza, aveva stabilito che una quota fosse integrata dal Comune. Come conferma il presidente dell'Amt, Giacomo Bellavia. "Il biglietto costa già 1,40 - afferma - ma i cittadini lo comprano a un euro in virtù di una delibera consiliare. Per il momento comunque - continua - non abbiamo avuto notizie in merito a eventuali cambiamenti. L'azienda non ha intenzione di operare aumenti - prosegue - ma di razionalizzare i costi, intervenendo sugli abbonamenti".

Che non sono affatto da escludere: proprio il fatto che sia l'ente comunale a integrare la tariffa, si potrebbe eliminare questo "contributo", per fare cassa. La misura di welfare potrebbe dunque essere annullata, in virtù dell'obbligo di ridurre i costi e aumentare le entrate, tipiche di un ente dissestato.

Da parte sua, l'assessore ai Servizi sociali, Giuseppe Lombardo, conferma la volontà di fare in modo che il dissesto non ricada sulle fasce più debili. Opzione ancora percorribile, per quanto la strada sia in salita. Una volta dichiarato lo stato di dissesto, infatti, l'amministrazione dovrà costruire un'ipotesi di bilancio equilibrato che preveda una diminuzione dei costi. Che potrebbero essere ottimizzati in altro modo. Anche se resta la possibilità che tra i primi a essere colpiti potrebbero esserci proprio i fruitori dle trasporto pubblico.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento