Live Sicilia

PROCURA DI CATANIA

Incarico alla Scialfa, imputato
Santonocito: “Procedura regolare”

indagine, santonocito, scialfa, Catania, Cronaca

La Procura chiede il giudizio, lui replica: “Normale controllo giudiziario”

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - La Procura di Catania ha chiesto il rinvio a giudizio per abuso d'ufficio dell'ex direttore generale dell'ospedale Garibaldi, Giorgio Santonocito, per un incarico da 40 mila euro conferito nel 2015 e prorogato nel 2016 come medico esterno alla dottoressa Valentina Scialfa, che non è indagata. Lo rende noto il Codacons, rappresentato dall'avvocato Carmelo Sardella, che sulla vicenda aveva presentato un esposto alla Procura e una segnalazione all'Anac, e che è parte lesa nel procedimento. Santonocito, contattato da LiveSicilia, si dice sereno:
“Ho già dichiarato questa cosa alla Regione – spiega - io ritengo che sia una normale attività di controllo da parte degli organi preposti, abbiamo fatto un concorso per selezionare la Scialfa, apprezzata per la sua professionalità, il fatto che in quel momento fosse un assessore non riguarda l'azienda, noi abbiamo fatto una procedura che riteniamo regolare”. Santonocito sottolinea che si tratta di una procedura “che non ha alcun profilo penale, la Scialfa è una professionista qualificata, noi riteniamo che il contratto sia prorogabile dal punto di vista della legge, il Pm no. Penso che si tratti di procedure ordinarie, i giudici fanno il loro lavoro con la massima attenzione, non è un'accusa di appropriazione indebita, è una procedura prevista da un bando di concorso regolare”.

L'udienza preliminare si terrà il prossimo 13 febbraio davanti al Gup Maria Ivana Cardillo. Per la proroga dell'incarico sono imputati anche l'allora direttore amministrativo Giovanni Annino, l'allora direttore sanitario Anna Rita Mattaliano, e l'allora dirigente del settore Affari generali Gaetana Bonanno. "Avevamo visto giusto", afferma Giovanni Petrone, presidente regionale del Codacons, che esprime "soddisfazione per il lavoro svolto dalla magistratura".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento