Live Sicilia

La nota stampa

Cambria/Spaccio Alimentare:
lavoratori sul piede di guerra

VOTA
0/5
0 voti

Catania, spaccio alimentare, uil, Cronaca
CATANIA. “I lavoratori della Distribuzione Cambria/Spaccio Alimentare con la Uiltucs e le rappresentanze sindacali Rsa stanno manifestando contro una situazione aziendale divenuta inaccettabile per le 180 famiglie coinvolte. Dalle prime ore di oggi è in corso un sit-in nel polo commerciale Centro Sicilia e, in assenza di sviluppi positivi, la protesta proseguirà ancora domani”. Lo afferma il segretario generale della Uiltucs-Uil Catania, Giovanni Casa, che aggiunge: “La Distribuzione Cambria, che gestisce nel territorio catanese i supermercati a marchio “Spaccio alimentare”, ha comunicato alle organizzazioni sindacali di aver depositato presso il Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto un’istanza che punta, nei termini fissati dagli organi giudiziari, a un accordo di ristrutturazione del debito. Ciò mira a quello che viene definito miglior soddisfacimento dei creditori, ma senza offrire garanzie ai lavoratori e alle organizzazioni sindacali sul futuro dei punti-vendita ancora aperti e sul destino occupazionale dei dipendenti che prestavano servizio nei supermercati di Catania, Giarre e San Giovanni La Punta, ormai chiusi”. Giovanni Casa conclude sottolineando come “risultino difficilmente compatibili i tempi necessari al Tribunale per assumere la propria decisione e le esigenze immediate, inderogabili, dei lavoratori che restano sempre in attesa di stipendio. Chiediamo, quindi, che la Cambria proceda a saldare subito gli arretrati. Fino a indicazioni certe, proseguiremo la nostra protesta accanto al personale di quell’azienda della Grande Distribuzione Organizzata”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php