Live Sicilia

Partecipate

Dal centrosinistra al centrodestra
Multiservizi, le nomine di Pogliese

antonio di giovanni, Catania, giuseppe marletta, multiservizi, nomine, Politica

Un ex sammartiniano e un ex crocettiano nella nuova governance della società.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - Nuova governance per la Multiservizi. La partecipata del Comune di Catania che si occupa di manutenzioni, ha una nuovo Cda, dopo l'azzeramento di quello precedente da parte del sindaco Salvo Pogliese. Consiglio all'interno del quale si trovano volti noti alla politica locale e non. Il presidente è infatti l'avvocato Giuseppe Marletta, già presidente di Asec trade - incarico che ha continuato a ricoprire in regime di prorogatio, ma che ora dovrà lasciare - scelto dalla passata amministrazione in quota Sammartino.

Esponente politico dal quale si allontana in occasione delle ultime amministrative per via del sostegno del deputato regionale del Pd all'uscente sindaco Bianco. Marletta è stato anche assessore di Raffaele Stancanelli, in quota Udc, partito che rappresenta anche alla provincia dove è stato assessore al Patrimonio quando presidente era Raffaele Lombardo.

Nel Cda siederà, insieme a Francesca Tambasco, anche lei avvocato, Antonio Di Giovanni, che entra in Multiservizi in quota Raffaele Lombardo. L'ex assessore del Comune di Riposto scelto in quota Crocetta, dopo la rottura con il Megafono, nel 2016, si riavvicina agli autonomisti. Sostiene Gianfranco Vullo, sottratto ai democratici e candidato con Idea Sicilia, alle ultime regionali e Salvo Pogliese alle amministrative dello scorso mese di giugno.

In particolare, Di Giovanni ha sostenuto la corsa dell'attuale consigliere comunale di Grande Catania, Alessandro Campisi, vicepresidente della seconda municipalità.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento