Live Sicilia

IL PROVVEDIMENTO

Scarcerato Corrado Labisi
Ha ceduto le case di cura

corrado labisi, massoneria, scarcerato, Cronaca

Ecco i particolari dell'ordinanza firmata dal presidente dei Gip.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA – Il presidente dei Gip Nunzio Sarpietro ha disposto la scarcerazione di Corrado Labisi, e la revoca delle misure cautelari disposte a carico di Maria Gallo, Gaetano Consiglio, Giuseppe Cardì e Francesca Labisi, accusati a vario titolo, di associazione a delinquere finalizzata all'appropriazione indebita di somme (TUTTE LE ACCUSE). Secondo il Gip, anche sulla base del parere favorevole espresso dall'accusa, rappresentata dal coordinatore del gruppo dei reati contro la pubblica amministrazione Fabio Regolo, sarebbero venute meno le esigenze cautelari.

Poche settimane fa, in tempi record, la Procura ha chiuso le indagini notificando l'avviso di conclusione, nel frattempo, i Labisi hanno ceduto la gestione della casa di cura Lucia Mangano, per questo è venuto meno il pericolo di reiterazione del reato.

MAXI OPERAZIONE – L'operazione che ha condotto all'arresto di Labisi è stata condotta dalla Direzione investigativa antimafia guidata da Renato Panvino, in sinergia con il procuratore Capo Carmelo Zuccaro. Corrado Labisi è un gran maestro della massoneria, è stato intercettato mentre minacciava che avrebbe fatto “saltare la testa” agli investigatori della Dia, colpevoli di aver fatto un accesso nella sua casa di cura. LE INTERCETTAZIONI

Il teorema dell'accusa ha retto in tutte le sedi confermando l'altissimo profilo investigativo raggiunto dal gruppo che indaga sui reati contro la Pubblica amministrazione.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento