Live Sicilia

l'iniziativa

Le periferie al centro
"Prossimo sindaco dovrà ascoltarci"

, Politica

I consiglieri Tempio e Anastasi hanno presentato il progetto che intendono sottoporre a tutti i candidati. "Presto il programma".

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - Sono sempre state inserite nei programmi elettorali, anche se spesso sono rimasti intenti sulla carta. Le periferie e le loro problematiche diventano laboratorio per sollecitare, e impegnare, i prossimi candidati alla carica di sindaco, ad agire concretamente sulle parti della città troppo spesso utilizzate solo come serbatoio di voti per poi essere dimenticate. Per questo, i consiglieri comunali Massimo Tempio e Sebastiano Anastasi, entrambi ex presidenti di municipalità e molto attivi sul fronte deleghe e decentramento, hanno messo in piedi un gruppo di persone pronte a stilare un documento da sottoporre a chi pensa di poter fare il primo cittadino della città. "Stavolta - spiega Anastasi - il programma e le priorità le tracciamo noi, che conosciamo bene i luoghi e i bisogni delle zone periferiche. Le sottoporremo a tutti i candidati - aggiunge - ai quali chiediamo di inserirle nell'agenda di governo e indicare quali interventi verranno effettuati concretamente nei primi cento giorni".

Alla conferenza stampa di presentazione, che si è tenuta stamani in sala Coppola, a Palazzo degli Elefanti, era però presente solo Francesco Marano, in rappresentanza di Enzo Bianco. Anche se, a quanto pare, il progetto ha riscosso la curiosità anche degli altri competitor. Che potranno intervenire, magari, una volta che verrà presentato il progetto. "Chi sarà il prossimo sindaco - aggiunge Tempio - dovrà tenere presente questo punto di vista che non è nostro ma di una grandissima parte della città. Questo è un laboratorio - insiste il consigliere - che nasce dalla nostra esperienza vissuta all'interno delle municipalità. Abbiamo già ottenuto tante adesioni, evidentemente per via dell'urgenza di un'azione amministrativa per le periferie".

Un movimento non in polemica con l'attuale amministrazione - precisa Tempio - ma un'azione chiaramente elettorale. "Abbiamo cercato in tutti i modi di proporre alcuni punti fondamentali per il rilancio delle municipalità, per ripartire con la prossima amministrazione con un passo diverso. Chi sarà il prossimo sindaco dovrà tenerci presente". Idee, ma anche voti sul piatto, che potrà ottenere chi prenderà a cuore il programma e le idee emerse dal laboratorio.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento