Live Sicilia

Solidarietà e sociale

"Yes Weekend": il progetto
della cooperativa Controvento

, Cronaca

Rendere i ragazzi affetti da disabilità autonomi per due weekend al mese in una struttura nuova fuori dal contesto familiare.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - Un weekend tra amici in una casa nuova dove bisognerà provvedere da sè al cibo, alla spesa, alle pulizie domenistiche. Nulla di strano se non fosse che gli speciali coinquilini saranno ragazzi affetti da disabilità.

È proprio questa l'anima del progetto sociale "Yes WeekEnd", l'iniziativa a firma della cooperativa catanese Controvento finalizzata a potenziare l'autonomia dei singoli individui nell'ambiente esterno, sviluppando e mantenendo nei giovani diverse competenze, come l'utilizzo consapevole del denaro, la capacità di orientarsi e muoversi.

"Non è un semplice fine settimana vissuto in compagnia - spiegano i responsabili della cooperativa - verranno potenziate competenze precedentemente acquisite come quella di condividere i propri spazi con altri individui non facenti parte del proprio nucleo familiare".

I ragazzi verranno portati in diverse località nelle quali pernotteranno e si autogestiranno con la supervisone degli specialisti della cooperativa, le giornate saranno scandite da attività quotidiane come cucinare, lavare e lavarsi.

"Lo scopo finale di questo progetto sarà quello di rendere il ragazzo autonomo e consapevole delle proprie potenzialità - spiega Daniele Mazzeo, uno dei responsabili Controvento - il nostro progetto nasce dall'esigenza di abituare i ragazzi con disabilità ad avere un'autonomia propria, indispensabile per quando si distaccheranno dalla famiglia o quando i genitori non ci saranno più".

Dove e quando. Yes WeekEnd partirà dal mese di settembre e si svolgerà una volta al mese per due giorni in una struttura diversa. "Nel mese di settembre ci sarà come tema "andiamo in vacanza" - conclude Mazzeo - durante l'anno ci saranno invece molti altri temi, fino all'organizzazione di un vero viaggio con tutta l'equipe della cooperativa, che comprende pedagogisti, educatori, assistente sociale, psicologi, assistente alla comunicazione e musico terapista, figure con le quali i ragazzi svolgeranno altre attività come arteterapia e musicoterapia".

Per tutte le informazioni basta raggiungere su Fb la cooperativa Controvento Catania nella loro pagina ufficiale o recarsi in sede in via Sisinna presso Villa Fazio a Librino.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento