Live Sicilia

Il concorso

Bronte, premio Themis
Presentata la giuria

bronte, catania premio themis, premio themis, Cronaca

LiveSicilia, amministratori, sponsor, scuole: in sala tutti i pilastri del concorso.

VOTA
4.5/5
2 voti

BRONTE – “Nelle scuole c’è tanto di positivo di cui parlare e Themis è una di queste. Un concorso importante per tutto il territorio, un premio che sta crescendo sempre di più grazie alle tenacia dell’Associazione Culturale Orizzonti Liberi e grazie anche all’importante supporto dei presidi e dei professori che spronano i propri ragazzi a mettersi in gioco”. Con queste parole (solo uno stralcio di un più ampio intervento) ha fatto un po’ il sunto di Themis Antonio Condorelli, il coordinatore dell’edizione catanese di LiveSicilia, cogliendo lo spirito e il lavoro spesso nascosto che sono alla base di un concorso per il quale sono necessari mesi di impegno e la partecipazione di tanti. Presenza di rilievo la sua al tavolo dei relatori che ha visto nella mattinata di ieri riuniti amministratori, dirigenti scolastici e docenti, insieme per presentare i membri della giuria di qualità del concorso storico letterario dedicato alla dea della Giustizia. Con lui rappresentata tutta la testata diretta da Giuseppe Sottile, che quest’anno ha deciso di appoggiare in toto l’iniziativa, assegnando anche il premio speciale “pubblicazione la tua opera nel cassetto”. Fiore all’occhiello, new entry di questa quinta edizione che per uno solo dei molti aspiranti potrà essere l’inizio o il prosieguo di una attività letteraria.

Ospite dell’aula magna della scuola media “Luigi Castiglione” di Bronte, alla presenza della padrona di casa, la preside Giuseppina Maria Licciardello, la conferenza stampa organizzata dall’Associazione promotrice si è trasformata in un incontro di scuole, con una sala gremita di presidi, docenti, rappresentanti degli studenti, uniti da un unico comune denominatore, “la passione per una cultura che va al di là dell’ordinaria attività didattica ma che grazie a loro riesce a diventare un tutt’uno con quella”, così come ha commentato il presidente di Orizzonti Liberi Barbara Prestianni.

Ma l’incontro è stato anche un’occasione per ringraziare tutti coloro i quali con il proprio supporto fanno sì che il premio possa crescere di anno in anno, diventando un appuntamento fisso nell’agenda culturale delle scuole siciliane e dell’intero territorio nazionale. Dal palco è stato dunque un susseguirsi di grazie rivolti agli sponsor, agli Enti patrocinatori ma soprattutto a quegli istituti scolastici di Bronte, Maletto, Maniace e Randazzo (tutti presenti in sala nelle persone dei dirigenti e/o dei docenti) che hanno aperto le loro porte e hanno permesso al comitato organizzatore, accompagnato da nonna Maria, nonna Nunzia e nonna Peppina (queste ultime ancora una volta sedute in prima fila), di parlare con gli studenti non solo e non tanto delle modalità di partecipazione ma soprattutto della tematica proposta “Un tuffo nel passato. Quando la mente dimentica, il cuore ricorda”. Traccia che ha riscosso un notevole successo in quanto, come detto dal presidente della giuria di qualità, il preside Giuseppe Adernò, intervenuto a nome di tutti i colleghi giurati, “è importante non dimenticare il passato, perché è dal passato che si costruisce il presente ed è dal presente che si costruirà il futuro”.

Tra i relatori anche alcuni rappresentanti dei cinque Comuni patrocinatori (Adrano, Bronte, Maletto, Maniace, Randazzo). Sono stati il sindaco di Maletto Salvatore Barbagiovanni (accompagnato dal suo vice Maria Ausilia Calì) e gli assessori alla Pubblica istruzione Maria De Luca per Bronte e Patrizia Garasto per Randazzo, in vece dei rispettivi sindaci Giuseppe Firrarello e Michele Mangione, a esprimere la propria stima nei confronti di un’iniziativa che crea un positivo fermento culturale non solo tra i giovani ma anche tra la popolazione.

Fare rete: è questo il segreto di Themis. Cercare il confronto e il coinvolgimento attivo di tutti i membri della collettività, dalla sfera politica a quella scolastica. Andando oltre gli incontri ufficiali e formali, ma piuttosto mirando a uno scambio esperienziale. Per questo la conferenza non si è conclusa sul palco, ma si è trasformata in uno scambio di idee e strette di mano nell’ultimo momento di convivialità organizzato dall’Istituto alberghiero “Giovanni Falcone” di Maniace.

I MEMBRI DELLA GIURIA DI QUALITÀ:

Giuseppe Adernò – preside uscente IC “Giuseppe Parini” Catania, direttore di Aetnanet, presidente della giuria di qualità;

Pina Anastasi – docente SSPG “Luigi Castiglione” Bronte;

Patrizia Barbagallo – docente IISS “Ven. Ignazio Capizzi” Bronte;

Lucia Bonaccorso – docente IISS “Ven. Ignazio Capizzi” Bronte;

Giovanna Caggegi – docente IISS “San Basilio” Randazzo;

Enza Ciraldo – docente IISS “Karol Wojtyła” Catania;

Patrizia Di Prima – docente IISS “Rocco Chinnici” Nicolosi e IISS “Concetto Marchesi” Mascalucia;

Carmela Grassia – docente IISS “Benedetto Radice” Bronte;

Maria Grazia Gulino – docente IC “Edmondo De Amicis” Randazzo;

Giuseppina Maria Licciardello – preside SSPG “Luigi Castiglione” Bronte;

Ausilia Liuzzo – docente IISS “Giovanni Falcone” Maniace;

Maria Giovanna Mavica – docente SSPG “Luigi Castiglione” Bronte;

Rita Meli – docente SSPG “Luigi Castiglione” Bronte;

Rita Pagano – preside CD “Don Lorenzo Milani” Randazzo;

Marco Pappalardo – docente IISS “San Francesco di Sales” Catania;

Tiziana Ragaglia – docente IISS “San Basilio” Randazzo e IISS “B. Radice” Bronte;

Roberta Raspagliesi - docente IISS “Valdisavoia” Catania;

Maria Grazia Squitieri – docente SSPG “Luigi Castiglione” Bronte;

Tiziana Tornabene – docente IISS “Ven. Ignazio Capizzi” Bronte

IL TOUR INFORMATIVO DI THEMIS NELLE SCUOLE

Bronte

IISS “Alfredo Maria Mazzei”, dirigente Stefano Raciti, responsabile di sede Marinella Leotta;

IISS “Benedetto Radice”, dirigente Maria Pia Calanna;

IISS “Ven. Ignazio Capizzi”, dirigente Grazia Emmanuele;

IISS e SSPG ““Nicola Spedalieri – Mons. Antonino Longhitano”, dirigente Mario Fioretto;

SSPG “Luigi Castiglione”, dirigente Giuseppina Maria Licciardello.

Maletto

IC “Galileo Galilei”, dirigente Biagia Avellina.

Maniace

IC “Carlo Levi”, dirigente Francesco Mancuso;

IISS “Giovanni Falcone”, dirigente Massimo Grasso, responsabile di sede Vincenzo Costanzo.

Randazzo

IC “Edmondo De Amicis”, dirigente Salvatore Malfitana;

IISS “Enrico Medi”, dirigente Maria Francesca Miano;

IISS “San Basilio” Randazzo, dirigente Antonietta Bonfiglio.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento