Live Sicilia

in fondo al mare

Centinaia di sacchi pieni
al largo della scogliera

big bags, rifiuti, scogliera, speciali, Catania, Cronaca

Agghiacciante scoperta del noto sub Stefano Bianchi in piena zona balneare a Catania: CLICCA QUI E GUARDA IL VIDEO. Abbiamo segnalato il caso alla Procura e alla Capitaneria di Porto.

VOTA
2.7/5
27 voti

CATANIA- Centinaia di sacchi contenenti polvere rossa sono stati "affondati" al largo del lido Bellatrix, cuore della scogliera di Catania. La scoperta -agghiacciante- l'ha fatta il noto sub Stefano Bianchi durante un'immersione. VIDEO

Aggiornamento ore 12.00 Il mistero delle centinaia di sacchi contenenti inerti provenienti dai lavori del canale di gronda e depositati al largo della scogliera è svelato da un documento che pubblichiamo in esclusiva. Con una variante il Comune di Catania ha fatto delle scelte, ma assicura: "Il cantiere è ancora aperto, completeremo i lavori ad ottobre, nessun pericolo per l'ambiente". LEGGI L'ARTICOLO

Aggiornamento. 10.51. "Chiediamo alla Procura della Repubblica di Catania di fare luce sugli autori di quello che si profila come l'ennesimo disastro ambientale" è quanto affermato dal segretario regionale dell'Associazione Nazionale dei Consumatori  "Centro per i Diritti del Cittadino" e di Codici Ambiente. "Ci appelliamo alle Autorità competenti affinchè possano effettuare quanto prima i dovuti controlli per verificare il contenuto dei sacchi e per accertare se vi è stata una contaminazione dell'ambiente marino. Per tale ragione, non appena abbiamo appresa la notizia -conclude Zammataro- ci siamo attivati per predisporre un esposto - denuncia riservandoci, nel caso in cui venissero individuati gli autori, di costituirci parte civile nel procedimento penale".

AGGIORNAMENTO 8.30 Il Procuratore Capo di Catania Giovanni Salvi, assicura il massimo impegno del suo Ufficio e l'apertura di un fascicolo conoscitivo.

Si tratta di centinaia di "big bags", i sacchi rinforzati comunemente usati per lo smaltimento di rifiuti speciali e scarti tossici. In questo caso sono stati depositati in corrispondenza del nuovo collettore del canale di gronda che convoglia le acque bianche di parte delle strade che insistono sulla scogliera e dovrebbero contenere -secondo il Comune- sabbia lavica

Quello che Stafano Bianchi ha immortalato è una vera e propria "secca" artificiale creata con lo smaltimento di materiali al momento non identificati.

"Come possiamo permettere uno scempio di questo genere -si chiede il giovane sub- tutto questo si trova a meno di 150 metri dalla Scogliera di fronte al lido Bellatrix a Catania. E' una vergogna, assurdo".

Il video ha provocato le ire di Peppe Torre, vice presidente dell'associazione sportiva Spinning Catania che ha condiviso il video su facebook condannando l'accaduto.

LivesiciliaCatania seguirà il caso con attenzione sottoponendolo alle autorità preposte alla vigilanza. Il video e l'articolo sono stati già inviati alla Procura e alla Capitaneria di Porto di Catania.

CLICCA QUI E GUARDA IL VIDEO


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento