Live Sicilia

Furono arrestati nel 2009

Droga tra l'Olanda e la Sicilia
Condanna definitiva per quattro

VOTA
5/5
1 voto

arresti, Catania, operazione tulipano bis, polizia, Cronaca
CATANIA - L'operazione Tulipano Bis che portò all'arresto da parte della Squadra Mobile di 16 narcotrafficanti il 25 giugno del 2009 per la sua importanza fu citata dallo stesso Guido Marletta, all'epoca Presidente della Corte d'Appello di Catania, nella sua relazione per l'apertura dell'anno giudiziario del 2010. La polizia, infatti, era riuscita a smascherare un'organizzazione che aveva costruito una fiorente attività di traffico di droga nell'asse Olanda - Catania. Oggi l'inchiesta arriva ad un importante risultato: l'arresto per 4 persone tra cui una donna, la cui condanna della Corte d'Appello è diventata definitiva. La Procura Generale di Catania ha infatti emesso un'ordinanza effetto del rigetto da parte della Cassazione del ricorso presentato dai quattro destinatari della misura restrittiva.

Il provvedimento è stato eseguito della Squadra Mobile che ha arrestato:
D. B., 57 anni, che dovrà espiare una pena di 6 anni di detenzione per il reato di associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti. Fabrizio Scuderi, 43 anni, condannato a 4 anni e 6 mesi di reclusione. Salvatore Anastasi, 62 anni, già ai domiciliari, dovrà rimanere dietro le sbarre per 6 anni. Daniela Filippa Di Fazio, 38 anni, dovrà scontare una pena di 2 anni.

La Squadra Mobile di Catania, attraverso anche intercettazioni, aveva scoperto come i narcotrafficanti erano riusciti a mettere in piedi una fiorente attività di traffico di cocaina. Avevano ideato un particolare stratagemma per il trasporto della droga: oltre ad un sottofondo in alcune automobili, utilizzavano il bagagliaio dei pullman di linea che dai Paesi Bassi giungevano in Sicilia.

L'operazione Tulipano Bis portò nel 2009 anche al sequestro da parte della Guardia di Finanzia di beni mobili e immobili per un valore superiore al milione di euro, patrimonio tutto riconducibile a quattro degli arrestati della Squadra Mobile. Le fiamme gialle avevano posto i sigilli ad auto di lusso e diverse ville e fabbricati. Dalla ricostruzione delle indagini venne scoperto che le spedizioni di droga erano pianificate da Agrigento, luogo di residenza di due dei 16 arrestati.

Fabrizio Scuderi

Fabrizio Scuderi

Daniela Filippo Di Fazio

Daniela Filippo Di Fazio

Salvatore Anastasi

Salvatore Anastasi



/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php