Live Sicilia

Movimento 5 Stelle

Terremoto nel M5S
Contestata la Adorno


candidata sindaco, Catania, grillini, Lidia Adorno, movimento 5 stelle, Politica
CATANIA - C'è tensione in casa del Movimento 5 Stelle etneo. Nei due quartier generali di via Ipogeo e di via Androne l'aria infatti sembrerebbe molto tesa, ai limiti della rottura. Alla base del malessere tra gli attivisti catanesi, non di tutti ma comunque di buona parte, sarebbe l'atteggiamento del candidato sindaco Lidia Adoro, scelto dalla base secondo i metodi tipici del M5S, in particolare quello avuto nei confronti dell'informazione ai cittadini nel disertare importanti confronti pubblici. Prima, il forfait (per motivi di salute) dato a Cittainsieme che aveva organizzato per mercoledì scorso il primo confronto con i candidati iniziando proprio dalla Adorno, poi la sedia lasciata vuota al confronto pubblico su Antenna Sicilia, sembra che non siano andati già ai "grillini" etnei, consapevoli, forse, di avere ormai poco tempo per comunicare alla città il grillo pensiero in salsa etnea.

Manca appena un mese alle elezioni amministrative che incoroneranno il nuovo inquilino di Palazzo degli Elefanti, infatti, ma i rappresentanti del Movimento fondato da Beppe Grillo quasi non si vedono, nè percepiscono in giro per le strade. Niente banchetti o bandiere in città; anche la pagina di facebook sembra un po' meno propositiva rispetto al passato. E soprattutto, nessuna comunicazione, se non qualche sparuta intervista, e nessun programma, quasi si attendesse l'arrivo di Grillo per avviare la campagna elettorale.

Insomma, sembra che gli attivisti a 5 Stelle non abbiano gradito il mancato confronto, tanto da riunirsi, giovedì sera, nel quartier generale di via Androne, per decidere come comportarsi. La riunione però sembra non aver visto partecipare proprio lei, la candidata sindaco (ancora motivi di salute), cosa che avrebbe scatenato ancora di più la rabbia nella base, tanto che qualcuno avrebbe azzardato la prospettiva di cambiare candidato. Ipotesi scartata immediatamente. La mediazione e la conciliazione, comunque, sarebbe stata agevolata dalla deputata regionale Angela Foti, anche se la frattura sembrerebbe ancora aperta, tanto da obbligare a una nuova riunione, ieri sera, durante la quale la Adorno sembrerebbe essere stata riconfermata.

L'aria rimane tesa, comunque. Sembra  addiruttura che una parte della base del M5S etneo potrebbe transitare verso Catania Bene Comune, la lista del candidato Matteo Iannitti, per affinità di pensiero.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php