Live Sicilia

Il dopopartita

Maran: "Grande gara"
Buio Iachini

VOTA
0/5
0 voti

Catania, catania-siena, iachini, maran, Sport
CATANIA. Mister Maran ed il suo Catania infrangono l'asticella del record di punti in Serie A. Adesso, la stagione è davvero fantastica: "È stata la gara della mentalità! Abbiamo dimostrato sul campo la nostra professionalità, riuscendo a raggiungere un record che costituisce per noi un piccolo scudetto che condividiamo con tutti i nostri tifosi e con tutti i componenti della nostra società. Sono felice della risposta che mi hanno dato in campo i miei ragazzi, dimostrando con i fatti di che pasta siamo fatti. Da primo giorno in cui sono qui, è un motivo d'orgoglio allenare il Catania. Si, possiamo anche recriminare qualcosa per alcuni punti persi ma abbiamo sempre sciorinato un buon gioco e ottimo spirito caratteriale. Bergessio non si risparmia mai ma la sua tripletta e' frutto del lavoro di tutta la squadra così come Frison che oggi non ha subito gol, dimostrando ulteriore crescita. Vogliamo continuare a vincere ancora, dando sempre il massimo, senza presunzione, sino alla fine. Oggi abbiamo dato prova di grande forza e concentrazione. Sono contento di poter continuare la mia esperienza in una grande piaccia come Catania perché qui ho potuto lavorare bene, circondato anche da tanto affetto. Oggi Barrientos mi ha fatto divertire"!

"Con i ragazzi abbiamo parlato della possibilità di migliorare tra le prime otto in classifica e vogliamo privarci. È nelle nostre possibilità. Poi vedremo cosa faranno le altre squadre (Inter). Bravo anche a Potenza che, malgrado quest'anno sia stato poco gratificato, si è sempre allenato con impegno facendosi trova pronto nel momento in cui Alvarez si è infortunato. Oggi voglio dirvi una cosa: dopo le partite contro Inter o Palermo, ci siamo sempre rimboccati le maniche, anche se è stato difficile mandar giù certi risultati. Oggi non credo che siamo stati noi a condannare il Siena".

Per contro, mister Iachini guarda il bicchiere mezzo pieno. Anche se recrimina sulle decisioni arbitrali che ritiene abbiano penalizzato la sua squadra: "Il Siena ha fatto 36 punti ed oggi sarebbe salvo la la penalizzazione pesa come un macigno. Anche oggi la mia squadra ha fatto un gran primo tempo ma in qualche episodio non siamo stati fortunati. Nel primo tempo, un fallo su Emeghara in area non è stato rilevato, per non parlare del fallo su Sestu prima della riparte sa che ha portato al vantaggio del Catania. Tuttavia, non vogliamo appellarci a questo perché il Catania ha disputato un grande campionato ed oggi la partita, in alcuni episodi, è girata dalla parte dei nostri avversari odierni. Non siamo stati fortunati. Abbiamo recuperato tanti punti in classifica con grande dispendio di energie ma la sconfitta interna col Chievo (condita da errori arbitrali) ci ha tagliato le gambe. Il nostro approccio e' stato buono ma alcuni episodi, nel corso della stagione, ci hanno penalizzati. Dopo l'espulsione ho inserito un giocatore in più a centrocampo ma abbiamo sbagliato qualche ultimo passaggio, al contrario del Catania che è stato molto cinico, sfruttando le occasioni che sono capitare. Alla mia squadra oggi non ho nulla da rimproverare: semmai devo dire che hanno sbagliato la gara precedente contro la Roma. Comunque, onoreremo sino in fondo il campionato, malgrado la situazione sia molto complicata. Mercoledì affronteremo la Fiorentina nel derby e dobbiamo continuare comunque per la nostra strada, consapevoli delle difficoltà e della forza degli avversari. Sono arrivato a Siena in una situazione di grande difficoltà ma ho cercato sempre di fare il meglio, senza dimentica che a gennaio questa squadra ha cambiato ben 12 giocatori. Il Catania, così come Cagliari e Chievo, ha costruito un gruppo solido composto da bravi giocatori, scelto bravi allenatori ed adesso si raccolgono i giusti frutti. Complimenti a Maran che ha fatto un buon lavoro in un ambiente caldo come quello catanese".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php