Live Sicilia

la lista a sostegno di Bianco

Presentata Partecipare
Lista contro il non fare

VOTA
5/5
1 voto

CATANIA - “Una lista civica contro la politica del non fare”. Così Pippo Arcidiacono ha definito “Partecipare” lista civica nata in appoggio al candidato sindaco Enzo Bianco e che è stata presentata stamattina ai cittadini e alla stampa a CasaCatania. “I vertici delle amministrazioni catanesi – ha detto Arcidiacono – negli ultimi tredici anni non solo si sono macchiati della politica del non fare, ma hanno persino tentato di distruggere quanto di buono fatto dai loro predecessori, abbassandosi a danneggiare la città e i cittadini per bassi scopi politici. Così la Catania che ai tempi della sindacatura Bianco era al centro dell’attenzione internazionale per la sua crescita culturale, economica e sociale, si è ridotta a una città invivibile, che dobbiamo cambiare se non vogliamo condannare i nostri figli”.

“Abbiamo scelto Bianco – ha aggiunto Arcidiacono – per il progetto che sta costruendo qui a CasaCatania con i cittadini, da cui sta nascendo un programma che condividiamo e che va al di là dell’appartenenza politica perché mette la città al centro di tutto”. È poi intervenuto Mario Monica, delineando le linee guida attraverso cui è stata formata la lista, con candidati che rappresentano pezzi della società civile: giovani, volontari, imprenditori, professionisti eccetera. Monica ha sottolineato il fatto che nella lista confluiscono persone con storie diverse, provenienti da diverse aree politiche, che hanno individuato in Bianco “il miglior medico per curare questa Catania malata”. “È indubbia – ha detto - la sua capacità di amministrare in collegamento con gli organismi regionali, nazionali e comunitari. Anche per reperire quelle risorse che altri non hanno saputo drenare”.

Si sono poi susseguiti gli interventi dei candidati e hanno preso la parola la giornalista Agata Patrizia Saccone, che ha ricordato quando Catania era la Seattle d’Italia, Michele Failla, che ha plaudito all’attenzione di Bianco per le periferie disperate, e Pino Pace. Tra i candidati al consiglio comunale presenti c’erano anche Francesco Coppa, Mimmo Di Paola, Michele Finocchiaro, Santi La Mastra, Luca Mangano, Carmelo Marino, Giuseppe Pace, Martino Patitucci, Davide Platania, Paolo Raciti, Andrea Romano, Benedetto Santoro, Paolo Sidoti, Salvatore Suriano, Giusy Tomaselli, Antonio Torrisi e Carla Trombetta. Nel suo intervento conclusivo Enzo Bianco ha affermato che “chiunque porti un secchio d’acqua per spegnere l’incendio che sta distruggendo Catania è il benvenuto”, sottolineando l’importanza dell’appoggio della lista “Partecipare” al progetto civico nato dalla gente proprio a CasaCatania.

“Mi piace – ha detto – il fatto che tutti portino il proprio contributo senza che nessuno debba rinunciare alla propria storia e alla propria identità. E concordiamo perfettamente sulla necessità di intervenire al più presto sulle sacche di disagio, a cominciare dalle periferie che dobbiamo far diventare centrali nel nostro progetto di rinascita di Catania”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php