Live Sicilia

L'attacco a Bianco e Stancanelli

Nuovo stadio, D'Urso:
"Solite promesse elettorali"

VOTA
3.7/5
3 voti

Catania, enzo bianco, librino, raffaele stancanelli, stadio, stadio cibali, tuccio d'urso, Politica
CATANIA - Non esiste ancora, ma già scatena appeti e polemiche. E' il nuovo stadio che dovrebbe sorgere a Librino, o meglio il progetto di quello che dovrebbe diventare il nuovo tempio del Calcio e della squadra cittadina. Tra i due candidati che, fino a oggi, hanno tentato di intestarsi la realizzazione del nuovo impianto, Raffaele Stancanelli ed Enzo Bianco, si inserisce a gamba tesa il terzo incomodo, il neo candidato Tuccio D'Urso che, in merita alla mega struttura, precisa alcune cose.

"I candidati sindaco, Stancanelli e Bianco, parlano di cose di cui non conoscono minimamente il contenuto - afferma D'Urso. Iinfatti, da oltre 4 anni, giace nei competenti uffici del Comune una serissima proposta di progetto di finanza di professionisti siciliani, per realizzare, in proprietà del Comune di Catania, il nuovo stadio nel cuore e non in periferia, della città satellite di Librino, rimanendo in piena proprietà dei Catanesi e non di terzi. In particolare il progetto di finanza, prevede l'utilizzo dei volumi da realizzarsi sotto le tribune, per attività sportive ricreative e anche come centro direzionale di diretta proprietà del Comune, continuerebbero a restare nel patrimonio comunale anche le aree di Cibali dove attualmente insiste il "Massimino ".

Stando a quanto dichiarato dall'ex direttore dell'Ufficio speciale, dunque, esisterebbe già un progetto di finanza che permetterebbe, al contrario di quanto previsto oggi, di mantenere la proprietà sia del nuovo stadio che di quellodismesso, che potrebbe essere utilizzato con finalità pubbliche, piuttosto che essere ceduto a privati. "L' incapacità amministrativa del sindaco uscente - prosegue - ha affossato anche questa iniziativa non proponendo nuove attività con la formula del progetto di finanza.  Auspicare una veloce approvazione parlamentare di una legge finanziata dallo Stato per costruire il nuovo stadio - conclude -  rientra nei canoni della mala politica con le solite false promesse da campagna elettorale".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php