Live Sicilia

Pronto al rientro

Tutta la grinta di Legrottaglie:
"Dobbiamo osare di più"

VOTA
5/5
1 voto

bologna, Catania, legrottaglie, serie a, Sport
TORRE DEL GRIFO (Mascalucia). Nicola Legrottaglie a testa bassa. Da come parla, dà l’impressione di avere questa maglia tatuata sulla pelle. Anche oggi a Torre del Grifo non si è nascosto ed, anzi, ha rilanciato oltremodo su quelle che devono essere le ambizioni dei rossoazzurri: "Dobbiamo pensare in grande: è giusto perché ormai siamo lì. Ed in questo momento sarebbe un delitto non puntare all'Europa. E’ chiaro che tutte le prossime gare saranno difficili. Domenica, ad esempio, troveremo un Bologna agguerrito perchè in piena lotta salvezza. All'andata? Ci hanno messo in difficoltà come del resto avevano fatto anche nella passata stagione al Massimino. Sarà dura, dovremo sfruttare loro punti deboli. In attacco hanno calciatori estremamente pericolosi".

Il pensiero va poi alla gara di domenica scorsa. Quella di Bergamo: va bene il campo in pessime condizioni ma il Catania avrebbe dovuto osare certamente di più: "A mio avviso avremmo potuto ottenere di più domenica affrontando l'Atalanta. Credo che avremmo dovuto premere di più sull'acceleratore: loro avevano paura di noi, e questo è inusuale per l’Atalanta quando gioca tra le mura amiche. Personalmente, avrei fatto qualcosa di più per vincere la partita a Bergamo. Ci mancano punti in classifica, almeno oltre 40”.

Inarrestabile, Nicola Legrottaglie. Anche quando si ferma a parlare del suo futuro: "Il contratto mi scade a giugno e non ho ancora ricevuto nessuna proposta. Certo che se dovesse arrivare l'offerta per un altro anno, la considererò prioritaria rispetto a qualsiasi altra soluzione. Altrimenti andrò via. Dove? Ad esempio, l'Australia potrebbe essere più di un'ipotesi. Non credo che la mia età sia un problema. Le prestazioni sono quelle contano, ed io mi ritengo sono un difensore perfettamente integro. Lo Monaco a suo tempo mi disse che avrei potuto giocare ad alti livelli almeno fino a 40 anni. Ma l'età non dovrebbe essere un problema: chiaro, che poi la società, con la quale ho un ottimo rapporto, faccia le sue scelte. Bellusci, Rolin e Spolli? Io vedo un bel futuro per loro e per il Catania”.

Infine, su se stesso: come sta Legrottaglie? “Sono pronto: pronto a portare il Catania ancora più in alto”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php