Live Sicilia

Università

Ritardi nelle borse di studio
Ersu:"Stiamo provvedendo"

VOTA
2.5/5
2 voti

borse di studio, cappellani, Catania, ersu, università, Politica
Alessandro Cappellani

Alessandro Cappellani, presidente Ersu



CATANIA - Gli studenti dell'Università di Catania non ci stanno. Sembra che siano costretti in questo periodo ad affrontare delle vere e proprie emergenze. I continui ritardi nel pagamento delle borse di studio stanno creando malumore nell'ambiente studentesco. I beneficiari della borsa di studio, da tempo sono costretti ad aspettare l'erogazione nel loro conto Iban. A questo problema, si aggiunge l'estenuante attesa negli uffici dell'Ersu. Il ritorno dalle vacanze natalizie, ha comportato il necessario rinnovo del tesserino mensa. Un miraggio, questo, per molti, poiché gli sportelli dell'Ersu sono stati presi d'assalto dagli stessi universitari. Infine, la questione dell'inaugurazione della mensa universitaria di via Vittorio Emanuele. Annunciata l'apertura per il 7 gennaio, gli studenti hanno invece trovato le porte chiuse al ritorno dalle vacanze. Situazione che ha scatenato proteste anche sui social network, ed in particolare nella bacheca di facebook dell'Ersu Catania.

L'Ersu di Catania risponde per bocca del suo presidente Alessandro Cappellani che, chiarisce alcuni aspetti legati ai disservizi subiti dagli studenti in questi ultimi giorni. Raggiunto al telefono, il professore spiega: "Stiamo affrontando questi problemi. Vorrei subito spiegare che la colpa dei ritardi nel pagamento dei benefici economici non è da attribuire all'Ente - prosegue Cappellani - sono problemi tecnici, legati alla banca che gestiva il servizio di tesoreria. Io ho avuto un incontro con l'Assessore alla Regione Scilabra, per formalizzare l'autorizzazione all'esercizio finanziario provvisorio. Dall'anno prossimo saranno ampliate le borse di studio. Per le file agli sportelli – chiarisce - abbiamo già provveduto a modificare e ampliare gli orari d'ufficio e sul sito dell'Ersu abbiamo comunicato i nuovi orari. Non ammetto da parte degli uffici assenze o chiusure anticipate, esigo che vengano rispettate le disposizioni che ho dato per tutto il mese di Gennaio". Per la questione mensa di via Vittorio Emanuele, inaugurata a Dicembre e non ancora operativa, Cappellani aggiunge: "Sono amareggiato per il ritardo. Piuttosto mi preoccupa la corsa degli autobus che attraversano via Vittorio Emanuele, ho visto che sfrecciano velocemente lungo l'arteria mettendo in pericolo la sicurezza stessa dei pedoni".

I motivi della mancata apertura della nuova mensa li spiega l'ingegnere Francesco Sciuto, responsabile dell'Unità operativa 1 dell'Ersu di Catania, che dice: "Questi ritardi sono dovuti al lavoro che l'Enel sta effettuando in questi giorni. E' stato predisposto l'ampliamento della fornitura di energia, misura necessaria per l'attivazione dei macchinari presenti nei locali. L'impegno è quello di aprire la mensa a breve. Entro questa settimana". Rimane qualche perplessità, ma per i vertici dell’Ersu gli studenti possono restare tranquilli: “E’ solo questione di giorni”.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php