Live Sicilia

Nell'ex foresteria dell’Ospedale V. Emanuele

Un rifugio per 40 senzatetto
L’iniziativa della Caritas

VOTA
5/5
1 voto

Armando Giacalone, caritas catania, Padre Enzo algeri, Vittorio Emanuele, Cronaca
CATANIA – Un rifugio contro il freddo del periodo invernale, ma anche una “casa” per sostenere i bisognosi finiti a dormire in strada. L’ex foresteria dell’Ospedale Vittorio Emanuele di Catania, è diventata infatti un dormitorio per dare accoglienza la notte alle circa 40 persone che oggi dormono per strada, assistite dall’Unità di strada della Caritas diocesana.

Stamattina, la consegna delle chiavi della struttura da parte di Armando Giacalone, Direttore generale A.O. Universitaria Policlinico Vittorio Emanuele di Catania al direttore della Caritas, Padre Enzo Algeri. “I dormitori che abbiamo in città sono stracolmi -– spiega a LivesiciliaCatania padre Enzo – per cui si rendeva necessario, almeno per i mesi invernali, trovare una nuova struttura che potesse ospitare gli indigenti. Abbiamo trovato la disponibilità dell’Ospedale Vittorio Emanuele – prosegue – e ora possiamo dare accoglienza a tutti i bisognosi costretti a dormire per strada. Attualmente, i posti disponibili sono 30, ma contiamo di allargare la struttura”.

Il numero degli utenti, per il momento prevalentemente uomini ed extracomunitari,secondo le previsioni della Caritas, infatti, sembra destinato ad aumentare, includendo anche gli italiani.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php