Live Sicilia

All'Olimpico termina 3-0

Catania, fine del sogno
Lazio in semifinale

VOTA
0/5
0 voti

, Sport
ROMA. Un Catania sottotono cede di schianto alla Lazio con i biancocelesti che approdano alla semifinale di Tim Cup contro la vincente di Juventus-Milan. Il punteggio finale penalizza, forse eccessivamente, i rossazzurri che dopo aver chiuso in svantaggio il primo tempo, hanno rischiato di pareggiare nei primi minuti della ripresa.Il Catania aveva iniziato un po’ timoroso ma al primo affondo la dea bendata ha voltato le spalle a capitan Izco il cui tiro da venti metri si è stampato sull’incrocio dei pali con Bizzarri vanamente proteso in tuffo. Lo scampato pericolo ha spronato la Lazio che, poco dopo, si è resa pericolosa con una conclusione ravvicinata di Candreva respinta in tuffo da un attento Frison. I biancocelesti giocano meglio e riescono a sbloccare il punteggio al 29° quando Capuano concede banalmente un corner agli avversari: sul cross dalla bandierina, Radu è più lesto di tutti a deviare di testa anticipando i difensori avversari e spedendo il pallone alle spalle dell’incolpevole Frison. La reazione rossazzurra è blanda e si materializza in un’unica opportunità sprecata da Bergessio che incrocia il tiro mandando sul fondo. Prima del riposo, ancora Frison sugli scudi, abile a respingere un bolide di Floccari.

Nella ripresa, la squadra di Maran torna in campo decisa a raggiungere il pareggio ma Almiron, servito dallo sgusciante Gomez, manca di pochissimo il bersaglio. Poco dopo ancora Gomez serveo un assist perfetto a Bergessio appostato a centro area: la conclusione del centravanti argentino è, però, deviata in corner da Bizzarri autore di una prodezza salva risultato. Sul successivo cross dalla bandierina, poi, è Capuano a sbagliare l’impatto di testa mandando il pallone sul fondo. Ma quando il Catania stava producendo il massimo sforzo per raddrizzare il risultato, la Lazio chiude i conti grazie ad una percussione sulla sinistra di Floccari serve ad Hernanes il comodo pallone del raddoppio. Le sostituzioni successive, operate dai due allenatori non modificano più di tanto le cose e, dopo una buona opportunità sprecata da Castro, nel finale Hernanes punisce eccessivamente la squadra etnea siglando il definitivo 3-0 dopo uno scambio stretto con il solito Floccari.

Il Catania esce dalla Coppa Italia e domenica sarà di nuovo campionato: al “Massimino” arriva la Roma!

LAZIO (4-5-1): Bizzarri, Biava, Cana, Radu (dall’84° Ciani), Cavanda (dal 77° Brocchi), Ledesma (k), Candreva (dal 67° Konko),Gonzalez,Hernanes,Lulic,Floccari.                                                                                  A disposizione:  Carrizo, Strakosha, Scaloni, Ciani, Diakitè, Zauri, Brocchi, Kozak, Rozzi.Allenatore: Petkovic

 

CATANIA (4-3-3): Frison, Bellusci, Legrottaglie, Rolin, Capuano (dall’83° Ricchiuti), Lodi, Almiron, Izco (k), Barrientos (dal 67° Castro), Bergessio (dall’83° Doukara), Gomez. A disposizione: Andujar, Terracciano, Augustyn, Marchese, Potenza,  Paglialunga, Ricchiuti, Salifu, Doukara, Keko. Allenatore: Rolando Maran.

Arbitro: Domenico Celi di CampobassoAssistenti:  Galloni  e  Musolino. VI uomo: Russo.

Reti: 29° p.t. Radu ( L ); 60° e 90° Hernanes ( L ).

Ammoniti: Bellusci, Bergessio, Rolin, Barrientos ( C ); Brocchi ( L ).

                       Cronaca 1° tempo  (1-0)

2° incursione sulla destra di Cavanda e sul suo cross Bellusci disturba il colpo di testa di Hernanes agevolando la parata in due tempi di Frison;

4° Catania vicino al gol: Izco lascia partire un gran tiro da venti metri ed il pallone si stampa contro l’incrocio dei pali a portiere battuto!

6° punizione abbondantemente alta di Hernanes;

11° girata improvvisa di Candreva con Frison ch respinge in tuffo in corner;

19° Rolin chiude bene su Candreva;

27° ammonito Bellusci per gioco falloso;

29° Lazio in vantaggio: sul cross dalla bandierina, Radu beffa i difensori rossazzurri deviando sottomisura, di testa, alle spalle di Frison: 1-0!

35° ammonito Bergessio per gioco falloso;

39° Floccari da ottima posizione lascia partire un potente diagonale a mezz’altezza che Frison respinge in tuffo;

40° Bergessio, ben servito in profondità, spreca una buona opportunità calciando a lato;

41° ammonito Rolin per gioco falloso;

                       Cronaca  2° tempo   (3-0)

46° Catania vicinissimo al pareggio: Ledesma perde palla a centrocampo, Gomez serve Almiron che indirizza il pallone verso l’incrocio dei pali: fuori di pochissimo!

49° Gomez vince un paio di contrasti e serve Bergessio in posizione centrale: sul gran tiro del centravanti rossazzurro, Bizzarri si esalta e devia in angolo!

50° sul cross dalla bandierina, Capuano in perfetta solitudine sbaglia l’impatto col pallone e manda fuori;

51° Lodi, dal limite dell’area, virgola malamente;

59° Bergessio reclama dopo essere stato ostacolato in piena area da Biava: l’arbitro lascia proseguire;

60° raddoppio della Lazio: percussione sulla sinistra di Floccari che resiste ai difensori etnei e porge indietro all’accorrente Hernanes che devia in rete da posizione ravvicinata: 2-0!

66° tiraccio di Almiron su punizione dalla distanza: alto;

67° nella Lazio, Konko sostituisce Candreva; nel Catania, Castro prende il posto di Barrientos;

70° iniziativa di Castro e tiro conclusivo di Bergessio, fuori;

76° punizione dal limite, calciata da Lodi abbondantemente alta sulla traversa;

77° nella Lazio, Brocchi prende il posto di Cavanda;

81° tiro al volo di Brocchi che finisce di poco a lato;

82° nel Catania, Doukara e Ricchiuti sostituiscono rispettivamente Bergessio e Capuano;

84° nella Lazio, Ciani sostituisce Radu;

86° Castro sbaglia un facile assist con Doukara solo;

88° Frison blocca a terra la conclusione dal limite di Floccari;

90° terzo gol della Lazio messo a segno da Hernanes dopo uno scambio stretto con Floccari: 3-0!


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php