Live Sicilia

Il resoconto di un anno di attivtà

Capitaneria di Porto
Il bilancio del 2012

VOTA
4.7/5
3 voti

capitaneria di porto, Catania, sicilia orientale, Cronaca
CATANIA. Sono stati resi noti oggi dalla Capitaneria di Porto di Catania - sede della Direzione Marittima della Sicilia orientale - i dati complessivi relativi all’attività effettuata nel corso dell’anno 2012, dai militari della Guardia Costiera in servizio presso i Comandi della giurisdizione (la cui competenza si estende dalla foce del fiume Pollina a nord, alla foce del fiume Dirillo a sud, comprendendo le Capitanerie di Porto di Milazzo, Messina, Augusta, Siracusa e Pozzallo, nonché gli Uffici Circondariali Marittimi di Sant'Agata di Militello, Lipari e Riposto). Questi, in sintesi, i principali dati suddivisi per linee di attività:

Attività "S.A.R." ("Search and Rescue", Ricerca e Soccorso a tutela e salvaguardia della vita umana in mare) :

- n. interventi : 328

- n. persone soccorse : 1.417

- n. unità assistite : 198

Attività di controllo in materia di pesca (lungo l'intera filiera commerciale dei prodotti ittici dati complessivi relativi all’anno 2012 :

- n. controlli : 14.473

- n. sanzioni amministrative : 363

- n. notizie di reato : 54

- quantità prodotto sequestrato : 19.924 kg.

- n. attrezzi sequestrati : 331

- lunghezza reti sequestrate : 9.120 mt.

Sono stati diffusi, sempre in materia di pesca, i dati relativi alla sola operazione “Mekong”, recentemente organizzata a livello nazionale dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto (nel periodo compreso dal 10 al 15 dicembre e dal 17 al 22 dicembre) e coordinata a livello locale dall’ 11° Centro di Controllo Area Pesca della Direzione Marittima della Sicilia orientale, finalizzata alla tutela della salute dei consumatori ed alla salvaguardia delle specie ittiche.

Operazione “MEKONG” (attività dal 10 al 15 dicembre e dal 17 al 22 dicembre) :

- n. controlli : 483

- n. sanzioni amministrative : 57

- n. notizie di reato : 12

- n. ore di volo effettuate : 10 (in 3 missioni dedicate)

- quantità prodotto sequestrato : kg. 285

- n. attrezzi sequestrati : 33

- lunghezza reti sequestrate : 930

Questa attività di controllo in materia di pesca, che viene effettuata dai militari della Guardia Costiera in base a specifiche direttive del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, ha riscosso ampio apprezzamento da parte della collettività e delle istituzioni, testimoniato recentemente dall'attribuzione al Corpo delle Capitanerie di Porto del premio "Vincenzo Dona" - edizione 2012 - dell' Unione Nazionale Consumatori, con la seguente motivazione. “Per la competenza e la determinazione impiegate nel garantire il completo rispetto delle normative, vigilando costantemente e realizzando importanti sequestri al fine di combattere il commercio abusivo e tutelare i consumatori”.

Attività di Polizia Marittima (in materia di sicurezza della navigazione, traffico marittimo, demanio marittimo, ambiente e diporto) :

- n. controlli : 54.721

- miglia percorse : 55.359

- n. sanzioni amministrative : 2.246

- notizie di reato : 271

- n. sequestri penali : 105

- n. persone arrestate : 10

- n. persone deferite all’A.G. : 179

Attività di “Port State Control” ("P.S.C." : Sicurezza della Navigazione)

- n. navi ispezionate : 140

- n. navi sottoposte a “fermo” : 10

- n. complessivo giorni di fermo : 130

- n. navi cd. “abbandonate” dopo l’ispezione : 1

Rilevante anche l’attività effettuata dai velivoli (aerei ed elicotteri) del 2° Nucleo Aereo - 2^ Sezione Volo Elicotteri, dislocati presso la Base Aeromobili Guardia Costiera di Fontanarossa (anch’essa dipendente dalla Direzione Marittima etnea), riassumibile in:

- n. ore di volo complessive : 1.590

- n. ore di volo in attività di “ricerca e soccorso” : 232

- n. missioni di “ricerca e soccorso” : 96

- n. persone salvate : 770

- n. unità assistite : 22

- n. controlli effettuati : 652

Il 2012 è stato un anno particolarmente impegnativo per i militari delle Capitanerie di Porto della Sicilia orientale, non soltanto per i fenomeni migratori che hanno interessato le coste meridionali della Sicilia e per la consueta attività di vigilanza e controllo espletata durante la stagione balneare, ma anche per altri eventi che si sono verificati nella zona di giurisdizione, primo fra tutti l'incaglio della Motocisterna "Gelso M." nelle acque del Compartimento di Siracusa (lo scorso 10 marzo) ed il successivo salvataggio dei 19 marittimi imbarcati, portato a termine in condizioni meteomarine estreme e con grande professionalità dagli equipaggi di volo degli elicotteri della Guardia Costiera. L’Ammiraglio Domenico De Michele, Direttore Marittimo della Sicilia orientale, ha commentato positivamente i dati registrati che testimoniano come <<nonostante i significativi tagli che hanno interessato anche l'Amministrazione Marittima, tutti i servizi e le attività d'istituto sono state regolarmente garantite. Dato, quest'ultimo - conclude l'Ammiraglio - che conferma lo spirito di sacrificio e l'estrema professionalità di tutto il personale militare e civile in servizio nei comandi della giurisdizione>>.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php