Live Sicilia

TURISMO IN CITTA'

Capodanno al museo, Serafini:
"Il futuro è il biglietto unico"

VOTA
5/5
10 voti

Catania, comune, museo, Cronaca
Il Comune su Facebook e Twitter, intervista a Serafini

L'assessore comunale Sergio Serafini



CATANIA - Si cambia registro per il 2013. Musei aperti sia a Capodanno che all'Epifania. Lo ha deciso l'amministrazione comunale. Pomeriggio a base di cultura per il primo dell'anno, un bel matinè per il giorno della befana. Nessun lucchetto dunque come era accaduto il 25 dicembre.
Come mai questa controtendenza rispetto al natale? "Non è stata una scelta casuale - risponde Sergio Serafini, assessore all'accoglienza turistica del Comune di Catania - dai dati e dai flussi di visitatori registrati negli scorsi anni abbiamo potuto constatare come il Natale la maggior parte delle persone preferiscono trascorrerlo in casa o in famiglia, mentre è proprio a Capodanno che la gente si riversa sulle strade e visita città d'arte e monumenti".

Non avete pensato ad incentivare la presenza di visitatori, offrendo almeno per le feste l'ingresso gratuito? "Nelle condizioni finanziarie in cui versa il comune - ammette - è una politica che non possiamo attuare. Anche abbattere il costo stesso del biglietto in questo momento di crisi economica non è stato possibile. Ma secondo me l'afflusso turistico non si migliora facendo scendere il prezzo di ingresso, c'è un sistema da cambiare e rivoluzionare". Come? Sergio Serafini è una fucina di idee. "Primo passo è quello di migliorare la comunicazione su internet, non è semplice trovare informazioni sui siti da visitare, gli orari, i giorni d'apertura, la storia, il tour virtuale. Non esiste la possibilità ad esempio di acquistare il biglietto on line. Questo è un gap che bisogna superare, perchè fa perdere competitività a Catania che per bellezze e patrimonio turistico non ha nulla da invidiare ad altre città d'Italia". Nella mente del giovane assessore c'è l'idea di poter realizzare un biglietto unico per visitare tutti i luoghi di interesse culturale. "Una tourist card che permetta di accedere in tutti i musei, le chiese, i teatri, le gallerie d'arte della città. Penso ad un modello stile Firenze, dove il turista arriva acquista un biglietto e con questo ha la possibilità di visitare i luoghi simbolo della città".

Gli scrigni della cultura catanese si schiudono: è tempo per ammirare i tesori del Castello Ursino, di Palazzo Platamone, del Museo Emilio Greco, del Museo Belliniano e del Museo del Mare. Scegliete di fare un tour culturale a Capodanno o fatevi un regalo da mettere nella calza della Befana. Ecco il calendario con gli orari diffuso dall'amministrazione comunale di Catania.

Castello Ursino, piazza Federico di Svevia:

giorno 1 gennaio aperto ore 15,30/20,30

giorno 6 gennaio ore 9,00/13,00

E’ visitabile la mostra di quadri e reperti archeologici delle collezioni civiche cittadine ingresso a pagamento

 

Palazzo della Cultura, via Vittorio Emanuele,121

giorno 1 gennaio aperto ore 15,30/20,30

giorno 6 gennaio ore 9,00/13,00

Sono visitabili le mostre: -mostra fotografica "Prospettive Diverse" dell’Associazione Pigna D’Oro sino al 7 gennaio -personale di sculture terapeutiche "l’esercito della speranza" di Orazio Coco sino al 15 gennaio 2013 - "opera pittorica Regolo" ingresso libero

Museo Emilio Greco, Piazza S. Francesco d’Assisi, 3

giorno 1 gennaio aperto ore 15,30/20,30

giorno 6 gennaio ore 9,00/13,00

E’ visitabile la mostra : -"Senza fine" di Renata Carneiro Da Cunha sino al 11 gennaio 2013 ingresso a pagamento

 

Museo Belliniano, Piazza S. Francesco d’Assisi,3

giorno 1 gennaio aperto ore 15,30/20,30

giorno 6 gennaio ore 9,00/13,00

E’ visitabile la mostra della collezione civica Belliniana - Ingresso a pagamento

 

Museo del mare piazza Ognina,14

giorno 1 gennaio aperto ore 15,30/20,30

giorno 6 gennaio ore 9,00/13,00 ingresso a pagamento

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php