Live Sicilia

Il punto in vista del mercato di gennaio

Catania, chi parte e chi arriva
Ma il gruppo non si tocca

VOTA
2.5/5
2 voti

calciomercato, catania calcio, pulvirenti, serie a, Sport
CATANIA. Si terrà presumibilmente nei primi giorni di gennaio l'appuntamento fra il terzino sinistro del Catania, Giovanni Marchese (unico atleta siciliano della “rosa” attualmente a disposizione di Rolando Maran) ed i dirigenti del Catania finalizzato al rinnovo contrattuale del calciatore attualmente in scadenza nel prossimo mese di giugno. Sembra, al momento, escluso che il calciatore possa aver intavolato trattative con altre società calcistiche, presumibilmente interessate al difensore dopo le buone performance offerte in questi ultimi mesi in casacca rossazzurra. Più volte, lo stesso presidente Nino Pulvirenti ha espresso grande soddisfazione per il rendimento di Marchese, dichiarandosi certo di un prolungamento del contratto per lo stesso in vista della scadenza prevista a fine campionato. Intanto, mercoledì prossimo 2 gennaio si alzerà ufficialmente il sipario sul calciomercato di riparazione. Il Catania, forte dei suoi 25 punti in classifica, sembra avere poche lacune da colmare in un organico già ampiamente collaudato e di sicuro affidamento. L’intenzione più concreta sembra essere quella di assicurarsi le prestazioni calcistiche di un attaccante che possa fare da vice Bergessio, sostituendo adeguatamente il centravanti argentino quando questi sarà indisponibile per eventuali squalifiche o infortuni. In seguito a ciò, sono dati quindi per partenti Morimoto e Doukara che, nelle occasioni in cui sono stati sinora impiegati, non hanno probabilmente dato l’apporto sperato, nulla togliendo alla professionalità dei due ragazzi ed al loro attaccamento alla maglia. L’ipotesi maggiormente accreditata è che sia il giapponese che l’ex delle Vibonese possano trovare altrove una maglia da titolare. Tra i partenti, alcuni dei quali potrebbero fare le fortune -per esempio- di squadre con carenze d’organico in Cadetteria, ci sono anche Ricchiuti, Augustyn, Keko, Capuano e lo stesso Potenza. Tra i papabili ad infoltire l’attacco del Catania, sembrano esserci –invece- i vari Vargas del Napoli (vecchio pallino della dirigenza etnea), il torinista Sgrigna, Beric, Ardemagni e Sforzini. Soprattutto questi ultimi due, attualmente titolari in serie B con Modena e Grosseto, potrebbero accettare di buon grado la panchina in serie A con ottime chance anche di giocare dall’inizio in Coppa. Sempre in sede di mercato, sono tanti i pezzi pregiati del Catania seguiti da società d’alta classifica ma la dirigenza etnea potrebbe prendere in considerazione l’idea di privarsi dei vari Almiron, Izco, Gomez, Bergessio, Barrientos e Lodi solo nel caso in cui dovessero arrivare offerte economicamente irrinunciabili (…e con l’aria di crisi che tira non sembra proprio il momento!).

Il Catania riprenderà gli allenamenti domenica 30 dicembre a Torre del Grifo in vista dell’ultima partita del girone d’andata in programma allo stadio “Massimino” sabato 5 gennaio 2013 alle ore 18,00 contro il Torino allenato da Giampiero Ventura. Il martedì successivo, 8 gennaio, i rossazzurri sono poi attesi dalla semifinale di Coppa Italia all’ “Olimpico” di Roma contro la Lazio.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php