Live Sicilia

Mario Belluomo rapito in Siria

Chiesto un riscatto
La Procura apre un fascicolo

VOTA
0/5
0 voti

catanese rapito, Giampaolo Di Paola, mario belluomo, silenzio, siria, Catania, Cronaca
CATANIA - C'è una richiesta di riscatto per la libertà di Mario Belluomo, l'ingegnere catanese rapito in Siria insieme ad altri due colleghi russi. A darne notizia sono le agenzie di stampa internazionali (questo il sito in inglese della Itar-Tass http://www.itar-tass.com/en/c32/603288.html) ed il ministero degli Esteri russo retto  da Serghei Lavrov.

E' lo stesso Ministro a scrivere, sul suo sito internet, che la banda di rapitori ha telefonato per chiedere il riscatto per il rilascio dei tre ostaggi che lavoravano per la società di semilavorati dell'acciaio Himsho & Co. Belluomo ci lavorava dal 29 settembre scorso. L'azienda non è nuova ad episodi simili: il titolare della società Imad Hmisho era stato rapito e rilasciato dopo il pagamento di un riscatto. Lavrov, da Tashkent dove si trova in visita ufficiale, ha assicurato che sono stati intrapresi "tutti i passi necessari, in Siria e in altri Paesi, per ottenere il loro rilascio". L'ambasciata russa a Damasco ha spiegato che i tre sarebbero stati rapiti da sconosciuti mentre si trovavano in macchina e viaggiavano da Homs a Tartus. I due colleghi russi di Belluomo sono V. V. Gorolev, in Siria dall'inizio di ottobre, e Abdessattar Hassoun, che è in possesso della cittadinanza siriana. Il Ministero degli esteri russo ha invitato i cittadini ad evitare i viaggi in Siria, che "sta vivendo un periodo di acuto conflitto armato interno".

In Italia la procura di Roma ha aperto un fascicolo: ad occuparsi dell'indagine è il procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo che coordina il pool antiterrorismo e che  ha affidato gli accertamenti ai Ros dei carabinieri e della Digos.

Il Ministro della Difesa Gianpaolo Di Paola ha chiesto il silenzio stampa: "Anche i familiari hanno chiesto il silenzio stampa sul sequestro e a maggior ragione lo chiedo io: c'é un momento per ogni cosa e questo è il momento del silenzio". Una vicenda, ha aggiunto, sulla quale, comunque, non ha "elementi specifici".

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php