Live Sicilia

A Nesima

Aveva derubato un dipendente
Arrestato dai carabinieri

VOTA
0/5
0 voti

arresti, carabinieri, Catania, Cronaca
CATANIA. I Carabinieri della Stazione di Nesima hanno tratto in arresto il pregiudicato 37enne Domenico Spadaro per rapina aggravata, su Ordinanza di Custodia cautelare in carcere emessa dall’ufficio del Giudice per le Indagini preliminari presso il Tribunale di Catania. L’uomo, il 15 ottobre scorso, ha minacciato in via Aurora un operatore di una ditta che si occupa della gestione di distributori automatici di cibi e bevande mentre era intento a recuperare le somme nei dispositivi automatici e si è fatto consegnare l’incasso della giornata di 350 euro. Il malvivente dopo l’azione delittuosa si è dileguato per le vie circostanti. L’immediata attività investigativa avviata dai militari in quell’area, grazie anche alle informazioni acquisite dalla vittima, ha permesso di individuare l’arrestato, già noto per altre vicende ai Carabinieri ed abitante a poche centinaia di metri dal luogo, quale autore della rapina. L’Autorità Giudiziaria, dopo aver valutato gli elementi probatori raccolti dai militari a carico dell’uomo, li ha condivisi ed ha emesso il provvedimento cautelare in carcere. L’arrestato è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Catania Piazza Lanza.

Al contempo, i Carabinieri della Stazione di Piazza Dante hanno tratto in arresto il pregiudicato diciassettenne J.R., per furto con strappo in concorso, su Ordine di Custodia Cautelare in carcere emessa dalla Corte d’Appello di Catania. Il giovane è stato riconosciuto colpevole del reato lui contestato, commesso a Catania nell’ottobre del 2011, e dovrà scontare la pena di mesi uno reclusione. L’arrestato è stato accompagnato presso l’Istituto penale minorile di Acireale.

Ed ancora, i militari della Stazione di Librino hanno tratto in arresto il pregiudicato  Michele Gangi, vent'anni, per evasione. Il giovane, benché sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, non è stato trovato durante il controllo presso la sua abitazione. I militari lo hanno rintracciato infatti mentre stava rientrando a casa e lo hanno bloccato. L’arrestato è stato nuovamente sottoposto agli arresti domiciliari su disposizione dell’’Autorità Giudiziaria in attesa di essere giudicato con Rito Direttissimo.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php