Live Sicilia

REPLICA A SINDACO DI SAN GREGORIO

I consiglieri del Pdl: "Il sindaco
si prenda le sue responsabilità"

VOTA
0/5
0 voti

SAN GREGORIO-  Arriva la replica alla lettera aperta di ieri inviata dal sindaco Remo Palermo agli organi di stampa, in merito alla mancata approvazione del Bilancio preventivo 2012. "Il Sindaco Palermo continua a non prendersi le sue responsabilità,  e a non dire la verità sul Bilancio di Previsione 2012". Come documentato e registrato nei 2 consigli.I consiglieri del Pdl Albo, Di Mauro e Zappalà dichiarano quanto segue:

1) Il Bilancio di Previsione 2012 è stato approvato dalla Giunta il 6/11/2012, quindi oltre il tempo massimo per l’approvazione che era del 31/10/2012. Il regolamento del consiglio e lo statuto prevede 30 giorni dall’approvazione della Giunta per portarlo in consiglio.

2) Il decreto di nomina del commissario è del 15 novembre e prima ha diffidato la giunta e poi ha dato 30 giorni al consiglio comunale per l’approvazione del bilancio che scadono il 10/1/2013, che colpa ha l’opposizione, se la giunta ha approvato il bilancio il 6/11/2012?

3) La prima convocazione del consiglio è stata il 5/12/2012 nei tempi giusti, il consiglio è stato rinviato perché la delibera delle opere pubbliche triennali 2012-2014, che è vincolante al bilancio di previsione è arrivata dopo la convocazione del consiglio e per legge e regolamento va posta in discussione prima del bilancio, che colpa ha l’opposizione?

4) Il Consiglio di giorno 10-12-2012 è stato rinviato per approfondire il punto riguardante le OO.PP. triennali 2012-2014, in quanto sono sorti dei dubbi su un’opera importante per lo sviluppo del territorio  che è la riserva naturale Micio Conti ed Immacolatella. Che colpa ha, l’opposizione se vuole approfondire il punto prima di votarlo?

Il sindaco Palermo, continua a cambiare la realtà delle cose, non dice che non ha una maggioranza in consiglio (nel consiglio di giorno 10 dicembre erano assenti i consiglieri Aliotta e Longo), non risulta a vero che si è ridotto la sua indennità, in quanto percepisce lo stipendio di Sindaco e quello della sua società dove lavora, in quanto non si è messo in aspettativa e quindi costa alle comune quasi 25,000 euro ogni anno, per le assenze sul posto di lavoro, non dice che nel consiglio dove si è trattato, sulla riduzione del gettone di presenza dei consiglieri, ha fatto votare contro o ha fatto abbandonare l’aula a  7 consiglieri su 10 della sua maggioranza, la deliberà è stata votata dai consiglieri Albo, Di Mauro e Zappalà, basta vedere i verbali e la registrazione della seduta, impedendo così l’approvazione della delibera. L’opposizione tutta in questi 5 anni ha dimostrato senso di responsabilità. Ma non vota e non voterà atti incompleti o portati in ritardo ed ha sempre dato il suo contributo, di contro abbiamo trovato approssimazione, scarsa programmazione, clientelismo ed arroganza, il cittadino di San Gregorio, nelle urne spazzerà via questo modo di amministrare, che ha portato il paese alla deriva.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php