Live Sicilia

San Gregorio

Lettera del sindaco Palermo
"Assise a rischio scioglimento"

VOTA
0/5
0 voti

bilancio, remo palermo, san gregorio, Politica
Il testo integrale della lettera:

"Mi trovo ancora una volta a denunciare il perpetrarsi di atti irresponsabili, scellerati e di mediocrità politica di cui continuano a rendersi protagonisti i consiglieri di opposizione del PDL, MPA, e dell’UDC, con grave danno per la cittadinanza. Dopo i pesanti tagli dello Stato e della Regione che hanno comportato per il nostro Comune una decurtazione per le casse comunali di oltre € 2.500.000 e l’ulteriore riduzione di 320 mila euro recentemente disposta dal Ministero Interni - Dipartimento Finanza Locale, ci troviamo ad affrontare con enorme difficoltà l’erogazione dei servizi che comunque fino ad oggi abbiamo sempre garantito. Pur in presenza di questi limiti siamo riusciti ugualmente a predisporre un bilancio di previsione in pareggio, che i consiglieri di opposizione hanno impedito di deliberare. Nonostante siano trascorsi abbondantemente i termini per l’approvazione del bilancio di previsione 2012, i consiglieri di opposizione, infatti, continuano in maniera pretestuosa e dannosa a rinviarne più volte la deliberazione con ingenti spese a carico dell’Ente invece di darvi esito e quindi poter far fronte alle innumerevoli esigenze e attività non dell’Amministrazione Palermo, ma degli uffici e dell’intera Cittadinanza.

Questo atteggiamento ostruzionistico ha comportato non solo evidenti difficoltà in termini di azione amministrativa, ma soprattutto rilevanti privazioni a carico dei cittadini, a cui non potranno essere assicurati non solo i servizi ordinari, ma neppure quelli essenziali come l’assistenza igienico – sanitaria e il trasporto in favore degli alunni diversamente abili e degli adulti portatori di handicap, la cura domiciliare degli anziani, la tutela nei confronti dei minori in situazioni economico ambientali difficili, il sostegno alle famiglie meno abbienti o in situazioni di altre difficoltà. Inoltre questo comporterà anche tagli considerevoli alla scuola, alla pubblica illuminazione, alla manutenzione stradale, alla raccolta dei rifiuti, alla sicurezza ed a tanti altri settori importanti. Tra l’altro il 7 dicembre 2012 si è insediato il Commissario ad acta nominato per l’approvazione del bilancio di previsione 2012 dottor Nicolò Lauricella che tra le varie avvertenze inoltrate ai Consiglieri ha sottolineato che “decorso infruttuosamente il termine attribuito, provvederà in via sostitutiva egli stesso ad approvare il bilancio, comportando tale adozione la sospensione e successivo scioglimento del Consiglio comunale”.

È molto il rammarico da parte nostra anche per non poter sostenere le associazioni del territorio (Misericordia, Fratres, Pro Loco e tutte quelle sportive e culturali…), per non poter promuovere la gita socio – ricreativa degli anziani e neppure pensare di programmare adeguatamente la festa del Santo Patrono San Gregorio Magno. Ho sin dai primi giorni del mio insediamento coltivato con fermezza ed incisività un’attenta politica di taglio dei costi superflui e degli sprechi recuperando anche rilevanti somme che hanno consentito di rimpinguare le modeste casse comunali e destinare tali fondi alle categorie più deboli. Ricordo infine che sin dall’inizio ho ridotto la mia indennità e di recente insieme alla giunta abbiamo diminuito ulteriormente l’indennità di carica per destinare alle famiglie meno abbienti il risparmio conseguito. Ad oggi, invece, nonostante tanti proclami populistici e più consigli andati a vuoto ancora non risultano iniziative concrete di riduzione del gettone di presenza più volte annunciato da parte dei consiglieri".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php