Live Sicilia

SCIOPERO DEI NETTURBINI ATO 3

Servizio di raccolta regolare
ad Adrano e S. Maria di Licodia

VOTA
0/5
0 voti

adrano, ato 3, Catania, Santa Maria di Licodia, sciopero netturbini, Cronaca
CATANIA - Nessuno sciopero ad Adrano e Santa Maria di Licodia. Nonostante la giornata di blocco dall’attività lavorativa, fissata per oggi, dalla Cgil, gli operatori ecologici hanno effettuato regolare servizio. Un segno di grande maturità, dimostrato dai dipendenti, che attendono il pagamento degli stipendi dello scorso mese di ottobre.

Intanto si attende di capire quale la situazione nei diversi Comuni, quali atti sono già stati portati a compimento dalle singole Amministrazioni comunali, per mettere l’ATO nelle condizioni di saldare il dovuto, relativo al canone del servizio, nei confronti del Consorzio Simco. Alcune Amministrazioni hanno riversato le somme, altre hanno predisposto l’impegno spesa, per altre ancora, al momento c’è solo la volontà di adempiere all’obbligo, visto l’approvazione di una delibera di giunta, per un quarto gruppo di Comuni, dalla Simeto-Ambiente, attendono comunicazioni.

L’obiettivo per il commissario liquidatore di Simeto-Ambiente, Angelo Liggeri è uno: chiudere la vicenda entro la settimana. In queste stesse ore si tenta di chiarire anche un’altra questione che coinvolge il Comune di Adrano, i cui autocompattatori sono rimasti fuori dai cancelli della discarica di contrada Tiritì, a Motta Sant’Anastasia, sia sabato scorso che oggi.

“Avevamo raggiunto un accordo – evidenzia il commissario liquidatore di Simeto-Ambiente, Angelo Liggeri -, non comprendo quest’atteggiamento della Oikos. Mi hanno comunicato che la chiusura di sabato scorso è stata determinata da un errore, poi, chiarito. Non capisco, dunque, perché la chiusura di oggi. Ho chiesto spiegazioni ma nessuno mi ha ancora risposto. E’ un atteggiamento che non condivido. Il Comune di Adrano ha assunto un impegno preciso, destinando 100 mila euro alla discarica – continua ancora il commissario Liggeri -. Dall’Oikos hanno accettato l’accordo, mentre oggi scopriamo che gli impegni presi non vengono portati a termine.”

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php