Live Sicilia

Verso le comunali

Recca lancia Bianco:
"E' l'uomo giusto per Catania"

VOTA
2.5/5
10 voti

bianco, Catania, palazzo degli elefanti, pd, recca, sindaco, udc, università, Politica
CATANIA - L'onda Bianco candidato a sindaco investe anche i muri dell'Università. A sorpresa il rettore dell'Ateneo, Antonino Recca, guarda con fiducia ad un ritorno a Palazzo degli Elefanti del senatore democratico.  "Questa città - dice Recca a Livesiciliacatania  - ha bisogno delle risorse migliori, ed in questo quadro dobbiamo ragionare sul sindaco e devo dire che in questa campagna elettorale ho avuto modo di partecipare ad alcune assemblee dell'Udc, ed ho trovato un largo consenso, non sul partito, ma sulla candidatura a sindaco di Enzo Bianco, che secondo me potrebbe essere una candidatura civica."

Il rettore analizza le altre compagini politiche ed ipotizza i papabili alla carica di sindaco. "Il Pd - afferma - potrebbe schierare  l'onorevole Giuseppe Berretta , mentre l'Udc potrebbe puntare su Lino Leanza". Nella configurazione di questo scenario Recca lancia un appello a Enzo Bianco: "Il senatore deve avviare sin da subito l'organizzazione di un gruppo civico che sia trasversale, così da diventare Monti a Catania ed in caso di ballottaggio avere buone chance  di vincere le elezioni a sindaco. Una vittoria che riporterebbe Catania - sottolinea il rettore - agli allori che aveva sotto la guida di Enzo Bianco, tanto da conquistare l'appellativo di  Milano del Sud".

Antonino Recca, agli ultimi mesi di mandato come rettore dell'Università di Catania, non esclude di scendere in campo alle prossime elezioni politiche con il partito dell'Udc. "Fermo restando la condizione imprenscindibile - afferma - di avere i conti puliti con la giustizia e, quindi, nessun avviso di garanzia, le candidature - evidenzia - da noi li decide, a differenza di altri partiti, il segretario nazionale Cesa, in piena sintonia con Casini, e il segretario regionale D'Alia dopo aver sentito il territorio".

Recca, se si dovessero creare le condizioni per la sua candidatura al parlamento, cercherebbe il sostegno dell'Università. "Scenderei in campo - dichiara - dopo aver sentito i miei colleghi docenti, il personale tecnico amministrativo e gli studenti,  cioè coloro che mi hanno affiancato in questi anni di governo dell'ateneo. Anche se la mia famiglia - confida Recca - partendo dalla mamma ai nipotini è assolutamente contraria ad un mio ingresso in politica".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php