Live Sicilia

2800 I PICCOLI PAZIENTI CURATI

Centro cardiologico pediatrico,
tra record e obiettivi per il triennio

VOTA
0/5
0 voti

TAORMINA - Realizzare il primo trapianto di cuore in un bambino in Sicilia entro il prossimo triennio. Questo l'obiettivo del Centro Cardiologico Pediatrico Mediterraneo di Taormina (Messina), che dalla sua apertura, circa due anni fa, sta facendo registrare numeri da record.

Sono, infatti, già 2.800 i piccoli pazienti curati dai medici della struttura nei primi otto mesi del 2012, l'80% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, e una stima fatta fino a fine anno è quella di raddoppiare i numeri del 2011. La scelta di aprire nella Perla dello Jonio un Centro di eccellenza di III livello della rete cardiologica pediatrica dell'Isola, effettuata da parte della Giunta della Regione Siciliana in convenzione con l'ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma presieduto da Giuseppe Profiti, si è rivelata dunque ancora una volta vincente. Soddisfatto, naturalmente, lo stesso Profiti. "Il CCPM -. ha detto - è un centro in crescita che definirei impetuosa non solo per quantità ma anche per qualità. Gli standard del CCPM sono quelli dell'ospedale Bambin Gesù e ne fanno un centro analogo a quello di Roma. Il flusso dei pazienti è in aumento, gli interventi si moltiplicano in maniera tumultuosa soprattutto in ragione del fatto che il Centro si è perfettamente inserito nella rete di eccellenza ospedaliera siciliana".

"Contiamo già di raddoppiare i numeri del 2011 - ha continuato Profiti - in virtù anche del fatto che in questi otto mesi abbiamo creato procedure che al di fuori del Bambin Gesù di Roma non erano mai state effettuate. Tra le più delicate quelle per l'impianto di valvole cardiache, 27 crioablazioni e vari interventi di unifocalizzazione. Cosa ci proponiamo per il prossimo triennio? L'ambizione è quella di poter festeggiare il primo trapianto di cuore siciliano".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php