Live Sicilia

COMUNE DI CATANIA

Consiglieri in ferie sino al 24
Al rientro bilancio e Prg

VOTA
5/5
1 voto

bilancio, comune catania, revisori dei conti
All'ombra dell'elefante, nel palazzo della ragioneria comunale, i tecnici lavorano per trovare riparo dal caldo e smontare la bocciatura del bilancio 2011 da parte dei revisori dei Conti. Secondo quanto risulta a Livesicilia il presidente dei revisori Natale Strano sarebbe pronto a rivedere il parere che poche settimane addietro è stato approvato all'unanimità facendo piombare il Comune nel caos.

“Non può essere attestata la corrispondenza del rendiconto alle risultanze della gestione”, dicevano i revisori e adesso il bilancio “non conforme” è finito in consiglio comunale. “Dal punto di vista amministrativo -spiega il presidente Marco Consoli a Livesicilia- il parere negativo dei revisori sblocca l'iter del bilancio che al rientro dalla ferie passerà al vaglio del consiglio comunale”. E mentre i consiglieri vagliano, il commissario nominato dalla Regione veglia ed pronto a intimare al consiglio un termine per l'approvazione del rendiconto 2011. Il tempo passa e l'approvazione del bilancio si incrocia con le elezioni regionali di ottobre tanto che il presidente del consiglio Consoli vuole accelerare, anche perché -lo conferma a Livesicilia- sarà candidato con una lista autonomista insieme a Mps ed Fli.

Oltre al bilancio 2011, il Comune deve ancora approvare il bilancio preventivo del 2012 e i termini, spiega Consoli, “sono stati spostati al 30 ottobre ma mi riprometto di anticipare almeno di un mese questo obiettivo”. “Vi confido con soddisfazione -aggiunge Consoli- che il piano triennale delle opere pubbliche ha ricevuto l'ok necessario e rappresentava l'ultimo ostacolo prima dell'approvazione del bilancio preventivo”. Altra meta al rientro delle ferie è l'approvazione del piano regolatore, argomento che vede Rosario D'Agata, consigliere del Pd, sul piede di guerra già da diverse settimane. Secondo D'Agata “Corso dei Martiri e Pua, i principali affari che in questo momento stanno andando in porto a Catania, sono esclusi dal nuovo piano regolatore generale”. “Ritengo prioritario -aggiunge il consigliere democratico- puntare sulla qualità e sulla vivibilità della città. Per questo ho intenzione di coinvolgere nel dibattito per il Prg non solo gli ordini degli architetti e degli ingegneri, ma anche e soprattutto le associazioni di impegno civico e gli ambientalisti”. Più cauto Marco Consoli che sottolinea come “il prg rappresenta una grande conquista per un Comune che da 30 anni ha rinunciato a questo strumento”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php