Live Sicilia

LA PROVOCAZIONE DI REINA (CONFARTIGIANATO)

Serve un artigiano in estate?
"Ecco il mio numero, ci penso io"

VOTA
3.1/5
8 voti

Confartigianato, nunzio reina
Già a marzo Nunzio Reina, presidente di Confartigianato Imprese Palermo, aveva espresso la sua forte preoccupazione per il calo di iscritti regolarmente alla Camera di Commercio: il cruccio del presidente era quello del possibile aumento dell'abusivismo, poiché spesso la cancellazione degli iscritti è dettata dalla volontà di evitare la tassazione.

L'intensificazione dei controlli da parte della Guardia di Finanza però non è bastata a risolvere il problema, e quindi Reina ha deciso di agire in prima persona, lanciando un'iniziativa che nel suo piccolo è decisamente rivoluzionaria: ha reso pubblico il suo numero di telefono, mettendolo a disposizione di chiunque in agosto abbia bisogno di un artigiano.

La sua idea è decisamente fuori dal comune: come è nata?
"Con l'intento di conquistare la fiducia dei cittadini. Gli abusivi sono un danno ovviamente per le imprese, ma anche per la società. Il mio impegno vuole essere sia civile che sociale".

Qual è il segnale che si manda, con questo gesto?
"Il segnale più forte è che io mi metto in gioco in prima persona per permettere l'instaurarsi di un rapporto tra cittadini e artigiani: la rivoluzione sta nel fatto che io stesso mi assumo la responsabilità di garantire un servizio efficiente e onesto".

In che modo saranno gestite le richieste?
"Ricevute le chiamate, la mia azione sarà immediata: smisterò subito le richieste alla ditta di turno – si tratta ovviamente di imprese e lavoratori regolarmente iscritti alla Camera di Commercio e dunque tutto si svolgerà nel pieno rispetto delle regole. Il servizio sarà garantito entro mezz'ora dalla chiamata. Si dice che l'estate sia la vendemmia del diavolo, e identificando il diavolo con i lavoratori abusivi si può di certo capire la ferrea volontà di Reina nel fare tutto ciò che gli è possibile per permettere agli artigiani più onesti di lavorare, in un periodo spesso pieno di domande e non di offerte".

349.22.53.723 è quindi il numero da contattare, qualora si avesse bisogno per esempio di un idraulico, un antennista e persino di un parrucchiere. “Noi vogliamo lavorare” ha infine dichiarato Reina a Livesicilia “E ci meritiamo di farlo nella legalità”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php